PERSONAGGIԑ PRIMO PIANOԑ TOSCANA

Il Dna di Leonardo e le esperienze con il nonno mercante

FIRENZE. Importanti scoperte, frutto di ricerche in archivi di Prato e Barcellona, che cambiano la storia della famiglia e della formazione di Leonardo Da Vinci grazie a analisi sulla genealogia, sui territori, e, in parallelo, anche sulle impronte lasciate in dipinti e manoscritti: le descrive il libro Il Dna di Leonardo. Le origini (Angelo Pontecorboli Editore), di Alessandro Vezzosi e Agnese Sabato, che sarà presentato all’Archivio di Stato di Prato. Il volume e le ricerche documentano le esperienze del nonno di Leonardo, Antonio, mercante tra Spagna e Marocco, che rappresentano una nuova prospettiva per comprendere lo sviluppo intellettuale del Genio.

Quella di Antonio fu certo una vita ricca di esperienze e conoscenze che certo tramandò al nipote, aprendogli orizzonti impensabili per la Vinci del tempo, con racconti di mari e terre lontane, usanze diverse e paesaggi fantastici. Nel libro anche l’individuazione di un avo ancora sconosciuto di Leonardo, Frosino, cugino di Antonio e mercante a Barcellona.

Articoli Correlati