• 30 Settembre 2023
  • ECONOMIA

Investimenti: quali fattori bisogna prendere in considerazione?

Chi sceglie di investire parte dei propri risparmi, dovrebbe sempre evitare di lasciarsi trascinare dall’istinto del momento e da improvvisazioni che potrebbero portare a perdite di capitale più o meno ingenti.

I fattori da prendere in considerazione prima di effettuare un investimento sono davvero tanti e valutarli a uno a uno, meglio se con l’aiuto di un professionista del settore che possa consigliare e guidare le scelte, è di fondamentale importanza per ridurre al massimo gli errori e creare un portafoglio realmente in linea con il proprio profilo di investimento.

Dalla durata dell’investimento alle competenze di cui si dispone, passando per capitale disponibile, livello di rischio individuale e obiettivi, andiamo ad analizzare rapidamente i principali elementi che entrano in gioco.

La durata dell’investimento

Il primo elemento di cui tenere conto quando si decide di effettuare un investimento è la durata dello stesso.

A seconda dei casi, si potrà scegliere tra:

  • breve termine: come si legge sul blog di Moneyfarm, riguarda le operazioni con orizzonte temporale limitato, la cui durata non supera mai i 18 mesi;
  • medio termine: riguarda gli strumenti finanziari che possono essere detenuti per un periodo compreso tra l’anno e mezzo e i 10 anni;
  • lungo termine: si tratta di investimenti che possono durare anche svariati decenni.

La durata determina di fatto il periodo di tempo durante il quale il capitale risulta bloccato, ossia non può essere utilizzato per altri scopi; comprendere per quanto tempo si può rinunciare al denaro che si sceglie di investire è fondamentale per evitare di vendere gli strumenti finanziari nel momento sbagliato.

Il budget che si intende stanziare

La grande varietà di asset e prodotti finanziari rende possibile investire tanto capitali molto elevati quanto piccole somme di denaro.

Stabilire in anticipo il budget è importante per capire a quali strumenti finanziari rivolgersi e quali strategie seguire per raggiungere i propri obiettivi finanziari.

Investimenti
(Pexels @Andrea Piacquadio )

Il livello di rischio individuale

Oltre alla durata e al budget, è fondamentale valutare con attenzione e oggettivamente il livello di rischio, sia economico sia emotivo, che si è in grado di affrontare.

Effettuare investimenti con livello di rischio troppo elevato rispetto alle proprie possibilità può portare a effettuare scelte avventate oppure a incorrere in gravi problemi finanziari.

Gli obiettivi finanziari

Stabilire degli obiettivi, oltre a fornire la giusta motivazione, consente di individuare, ancora una volta, gli strumenti finanziari più adatti per raggiungerli.

Naturalmente è necessario porsi degli obiettivi finanziari realistici e raggiungibili in base alla propria disponibilità economica e al livello di rischio che si può affrontare.

Le competenze di cui si dispone

In assenza di competenze adeguate, tutti i fattori visti fino a questo momento risulterebbero inutili.

Per questo motivo, investitori alle prime armi e non professionisti, soprattutto se non hanno voglia di dedicare tempo allo studio di nozioni avanzate, non dovrebbero rinunciare alla possibilità di farsi seguire da consulenti finanziari autonomi che siano in grado di definire il profilo di investimento del cliente e di guidarlo nella scelta degli strumenti finanziari maggiormente in linea con le sue reali possibilità.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati