• 9 Dicembre 2021
  • LAVORO

Io apro Tour, ultimatum: Il Governo ha 48 ore di tempo, poi si torna a Roma

Non si placano le proteste su quanto è avvenuto ieri a Montecitorio, certo è che la manifestazione IOAPROTOUR è stata un vero e proprio successo. Circa 10 mila persone in piazza a Roma hanno provato in ogni modo a chiedere il permesso di poter manifestare nella piazza vicina più grande, al diniego hanno cercato di oltrepassare il blocco, ma sempre nel pieno rispetto delle forze dell’ordine, con le mani alzate, come si vede dai video che stanno circolando sulla pagina degli organizzatori stessi, e chiedendo addirittura ai poliziotti di togliersi i caschi in segno di solidarietà.

Vero è che qualche scontro vi è stato con la polizia perché qualche infiltrato, non noto agli organizzatori, ha cercato di creare problemi, ma in tutte le manifestazioni è facile, fanno notare quanti erano presenti, trovare qualche facinoroso che cerca di creare confusione e far passare per violenta una manifestazione che è stata unicamente pacifica.

IO APRO TOUR: Una delegazione ottiene audizione in parlamento

L’unico scopo della stessa era far comprendere al Governo che gli esercenti di molte categorie sono al collasso, non hanno più di che vivere, ragion per cui da oggi si riapre e ieri post incontro col Governo, una piccola delegazione di 3 rappresentanti di IoApro è stata poi accolta da ‘Fratelli d’Italia’. Si è dato una sorta di ultimatum al Governo, o entro 48 si mantengono le promesse e si permette ai rappresentanti dell’iniziativa IOAPRO, che non lottano più solo per i ristoratori ed i bar in crisi ma tutti i settori più danneggiati dalla pandemia, di sedere intorno al tavolo col Governo per parlare di riaperture, oppure si torna nuovamente a Roma, abbiamo ascoltato e sbobinato per voi la diretta che ieri i ragazzi hanno fatto post rientro da Roma.

Gli intenti sono chiari, della questione ne ha parlato anche l’onorevole Giorgia Meloni questa mattina attraverso un post Facebook, che di seguito vi riportiamo.

Così nella diretta Facebook di ieri sera post manifestazione: “Dopo averci accolto ci hanno promesso che entro 48 ore verremo convocati per una road map sulle riaperture. Noi abbiamo chiesto di essere convocati per essere legittimati in questo, hanno dunque 48 ore per convocarci, domani Fratelli D’Italia dirà questo a tutti gli altri parlamentari, anche se tutti sanno quello che é accaduto in piazza, nessun disobbediente si tratta di persone che non sanno come pagare affitti etc, hanno 48 ore per darci un segnale, ci stanno censurando.

Hanno bloccato la diretta, é stata bloccata e cancellata, sparita non vi é più modo da recuperarla, si tratta della diretta di oltre 1 ora che vedeva attivi oltre 30 mila utenti e che aveva messo in onda quanto stava accadendo realmente in piazza. Ci hanno ricevuto, dice infine Yuri, uno degli organizzatori, 3 di noi sono saliti e sono andati per portare la vostra voce, non è stata una voce calma, domani riapriamo e se entro 48 ore non ci organizzate un incontro, abbiamo ribadito con forza, torneremo a Roma e saremo più di prima. Entro 48 ore o decidono oppure torniamo. Ci hanno promesso che ci richiamano ad un tavolo di lavoro per fare una road map delle riaperture, attendiamo”.

Meloni a favore di IOAproinTour: si apra in sicurezza e non si faccia cattiva informazione

Così Giorgia Meloni: “Mi sono presa tempo per ragionare sulle manifestazioni di ieri, che ho seguito dalla prima all’ultima immagine, per cercare di capire, come ogni persona che abbia una responsabilità dovrebbe fare.

La stampa e i politici che cercano di trasformare le proteste di ieri in qualcosa di organizzato ed eterodiretto, semplicemente vivono sulla luna. In piazza ci sono stati episodi di violenza che condanniamo, ma nella stessa piazza c’erano anche madri e padri di famiglia, persone che hanno visto andare in fumo i sacrifici di una vita intera.

Alcuni piangevano, altri gridavano sopraffatti dalla rabbia per l’indifferenza delle istituzioni verso il loro dramma. È facile cercare di nascondere la polvere sotto il tappeto dei facinorosi, ma non risolverà il problema. Bene hanno fatto i parlamentari di Fratelli d’Italia a ricevere una delegazione dei manifestanti. Continueremo a chiedere indennizzi veri e riaperture con protocollo. Basta trattare questi lavoratori come capri espiatori.

Voi eravate in piazza volete raccontarci la vostra versione? Concordi o meno a questo genere di manifestazioni? Fatecelo sapere.

Erica Venditti

Erica Venditti, classe 1981, dal 2015 giornalista pubblicista. Dall'aprile 2012 ho conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Ricerca Sociale Comparata presso l’Università degli studi di Torino. Sono cofondatrice del sito internet www.pensionipertutti.it sul quale mi occupo quotidianamente di previdenza.

Articoli correlati