CRONACHEԑ TOP NEWS

L’Abruzzo si unisce alle zone rosse, l’ordinanza sarà in vigore da domenica

ROMA. A Calabria, Campania, Lombardia, Piemonte, Toscana, Valle d’Aosta e provincia di Bolzano, si aggiunge così in zona rossa anche l’Abruzzo. Speranza ha firmato l’ordinanza in vigore da domenica 22 anche se la regione, di fatto, era già nella fascia con le misure più dure da qualche giorno per volere del presidente Marco Marsilio. Con un’altra ordinanza il ministro ha invece rinnovato fino al 3 dicembre i provvedimenti per le prime 6 regioni che erano finite in fascia rossa e arancione.

L’Abruzzo è quindi al momento l’unica regione che cambia colore ma, avverte l’Istituto superiore di Sanità, ce ne sono altre tre in bilico perché hanno un rischio moderato ma con una probabilità elevata di passare al rischio alto nel prossimo mese. Sono il Friuli Venezia Giulia, che oggi è arancione, Molise e Veneto, che restano al momento in fascia gialla: tutte e tre hanno oltre il 50% di probabilità di superare le soglie critiche di occupazione dei posti letto in area medica e in terapia intensiva nei prossimi 30 giorni se si mantiene invariata la trasmissibilità del virus. Per questo, dice l’Iss, “si raccomanda alle autorità sanitarie di valutare la possibile adozione di ulteriori misure di mitigazione”. Chi si è già mosso è il Lazio, che rimane comunque in zona gialla: il presidente Nicola Zingaretti ha firmato un’ordinanza che prevede la chiusura alle 21 di attività commerciali e supermercati fino al 30 novembre.

Articoli Correlati