SANITA'ԑ PIEMONTEԑ TOP NEWS

Molinette di Torino, macchinario “insegue” il movimento del tumore

TORINO. Migliora l’efficacia e la precisione del trattamento, riducendo il numero delle sedute. Arriva alla Radioterapia universitaria della Città della Salute di Torino, diretta dal professor Umberto Ricardi, la Tomografia Elicoidale Radixact X9, macchinario di ultima generazione in grado di ‘inseguire’ il movimento del tumore dovuto ad esempio alla respirazione.
    L’apparecchiatura “consente di avere una irradiazione molto accurata – aggiunge il professor Ricardi – e una capacità di conformazione e omogeneità della dose alla lesione neoplastica non ottenibile con tecniche tradizionali”. 

Sono 3mila, ogni anno, i nuovi pazienti della Oncologia e Radioterapia universitaria, il 25% dei pazienti oncologici del Piemonte. La nuova apparecchiatura, spiega il direttore della Città della Salute, Silvio Falco”permette di ottenere i migliori risultati su certi tumori e rientra nel piano di rinnovo delle attrezzature del nostro complesso: abbiamo investito 7 milioni di euro”. La nuova tecnologia è in grado di inseguire il movimento del tumore dovuto ad esempio alla respirazione. Sarà utilizzata per carcinomi del polmone, linfomi e tumori cerebrali anche infantili, come il medulloblastoma.

Articoli Correlati