• 21 Gennaio 2022
  • ATTUALITA'

Multe e controlli il primo giorno del Super Green pass

Il 6 dicembre è entrata in vigore l’ordinanza ministeriale che impone il possesso dei due tipi di certificazione verde nei luoghi pubblici in tutta Italia. Il primo giorno è iniziato con una serie di controlli serrati su tutto il territorio già dalle prime ore del mattino. Le forze dell’ordine si sono concentrate soprattutto sui mezzi di trasporti nelle città italiane più affollate.

Una persona è stata multata a Roma ma nel resto del Paese non si sono registrati particolari incidenti. La norma rimarrà in vigore fino al 15 gennaio ma le Regioni chiedono un consulto con il Governo per quanto riguarda la situazione degli studenti costretti a usare i mezzi di trasporto.

Milano, Super Green pass e controlli all’aperto

I controlli sono partiti alle 7 di mattina presso le stazioni della metro. L’ingresso nel sottopassaggio è consentito solo con il possesso del green pass base, ottenuto con un tampone negativo. I passeggeri muniti del codice QR sono riusciti ad accedere alle banchine della metro. Lo stesso documento è richiesto anche per vistare alcune aree del mercatino di Natale allestito in piazza del Duomo, nelle zone provviste di un ingresso e un’uscita.

Un’ordinanza comunale obbliga i cittadini a indossare le mascherine anche all’aperto per le vie dello shopping e nelle zone affollate. Ad ora di pranzo, le forze dell’ordine hanno spostato i controlli nei ristoranti e nei bar. L’ordinanza obbliga i clienti a presentare all’ingresso dei locali il Super Green pass, la certificazione verde che attesta la vaccinazione o la guarigione dalla malattia.

Roma, la prima multa

A Roma, le forze dell’ordine hanno effettuato controlli a campione su tutti i mezzi di trasporto. A Piazzale Flaminio, la Polizia locale ha scoperto un 50 enne senza il green pass base. L’uomo era appena sceso dall’autobus quando gli agenti gli hanno chiesto di esibire il certificato verde. “Non ce l’ho perché volevo vaccinarmi nei prossimi giorni” si è giustificato. Per lui è scattata una sanzione di 400 euro.

Le pattuglie congiunte della Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e la Polizia locale di Roma Capitale controllano non solo i passeggeri ma anche le persone sulle banchine in attesa di prendere un mezzo di trasporto pubblico. I capolinea come Stazione Termini, Piazza dei Cinquecento ma anche le fermate periferiche di Cotral sono nel mirino dei controlli.

Venezia, controlli sui vaporetti

Le forze dell’ordine hanno messo in atto una serie di verifiche anche nella Laguna. In mattinata, i controlli sono partiti da Piazza Roma, il luogo dove fanno capolinea gli autobus che arrivano da fuori Venezia. Migliaia di studenti e lavoratori si indirizzano, poi, verso i vaporetti che attraversano i canali. I poliziotti hanno effettuato verifiche a campione presso la Stazione Santa Lucia ma anche sui molli. Per salire sui vaporetti è necessario il green pass base, nonostante avessero zone all’aperto.

Stretto di Messina, controlli all’imbarco

Attraversare lo Stretto richiede il rispetto delle stesse regole dei mezzi pubblici. Tutti i viaggiatori tra Messina e Villa San Giovanni dovranno essere muniti della certificazione verde. I controlli del green pass sono stati effettuati, lunedì, dagli addetti della Caronte&Tourist al molo San Francesco.

Trattative Regioni –Governo per i controlli agli studenti

La nuova ordinanza ministeriale ha creato non poche tensioni a livello istituzionale. Le Regioni chiedono una deroga, almeno fino a Natale, per gli studenti sprovvisti del green pass ma costretti ad utilizzare i mezzi di trasporto. Dall’altro canto, il Governo, per voce della ministra Mariastella Gelmini (Amministrazione Trasparente) ha spiegato che il Super green pass apre una nuova fase. Una volta superata la percentuale del 90% dei vaccinati, potrebbe evitare la didattica a distanza agli studenti. In settimana è previsto un incontro tra i rappresentanti del Governo e le Regioni.

Anca Mihai

Giornalista freelance corrispondente estero per varie testate romene. Dal 2003 annovera esperienze come corrispondente dall'Italia per la Televisione Alephnews, Kanal D, l'Agenzia Nazionale di Stampa Agerpres, il quotidiano Adevarul e Radio Romania Timisoara. Residente a Roma dal 2004, ha conseguito la seconda Laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università Sapienza di Roma. Nel 2000 si è laureata in Giornalismo e Inglese Applicato presso l'Università dell'Ovest di Timisoara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati