• 24 Settembre 2021
  • BENESSERE

Quando il compagno di letto russa è importante conoscerne le cause

Scopriamo il fenomeno del russamento di cui lamenta una coppia su 3 e rischia di mandare a soqquadro la relazione.

Roncopatia o russamento è quel fenomeno che si traduce in un sonno disturbato. Si pensa sia fastidioso unicamente per chi convive con chi ne soffre, ma si scopre che può avere notevoli conseguenze nella vita di tutti i giorni per chi russa. Durante il giorno chi soffre di questa patologia può sentirsi affaticato, stanco, perdere facilmente la concentrazione e la memoria, quindi è invalidante nel quotidiano.

La Philips ha commissionato una ricerca ad Astra Ricerche ed è emerso un dato impressionante:

  • Il 62% degli italiani russa;
  • Il 79% di chi convive con chi russa è infastidito;
  • Il 59% lamenta disturbi e sintomi diurni quali perdita di concentrazione, mal di testa, vuoti di memoria;
  • Il 53% si sente affaticato;
  • 1 italiano su 4 soffre di apnee ostruttive del sonno.

Purtroppo emerge che sono in pochi in Italia a curarsi: solo ill 4.8% dei russatori e il 4% di chi soffre di apnea ostruttiva notturna.

Un problema serio che riguarda la salute

Perché russare può essere uno dei segnali dell’apnea ostruttiva de sonno (OSAS) che se trascurato può modificare il metabolismo aumentando i livelli di grelina, ormone responsabile dell’aumento dell’appetito, favorendo così obesità e diabete. L’OSAS porta conseguenze sul sistema immunitario che rende più fragile, sulla pressione arteriosa con conseguenze ancora più importanti sull’apparato cardiocircolatorio.

Un problema serissimo che riguarda la coppia

Purtroppo, dati alla mano, il 46% di chi russa sottovaluta il disturbo a scapito della persona con la quale divide la stanza. Solo il 23% realizza di dar fastidio a cerca una soluzione. Il 79% di chi convive con chi russa dichiara di esserne infastidito. In Italia ad oggi sono state fatte approfondite inchieste dalle quali emerge che la roncopatia può essere una delle cause di disfunzioni sessuali, riduzione della libido e disfunzione erettile, rovinando la vita sessuale della coppia e diventando una delle cause importanti per il 50% delle separazioni. Naturale che se durante la notte uno dei partner russa, l’altro dorme male e al mattino è stanco e poco propenso a ragionare, tanto meno a far l’amore.

russamento

Perchè si russa?

Si pensa che le cause siano le seguenti:

  • Predisposizione anatomica: alcune condizioni anatomiche particolari: palato molle spesso, una lingua grossa, una mandibola piccola, le tonsille o le adenoidi ingrandite, un setto nasale deviato, una poliposi nasale, limitano le vie respiratorie;
  • Problemi di obesità: non dipende solo da un problema di grande obesità, basta un aumento di peso. L’adipe accumulato anche attorno alle prime vie respiratorie tende a rendere il passaggio dell’aria ancora più stretto;
  • Posizione supina durante il sonno, cioè dormire a pancia in su: dormendo a pancia in su la lingua tende a scivolare all’indietro ed occlude le vie respiratorie limitando il flusso d’aria;
  • Stress: può avere degli effetti negativi sulla digestione, aumento di peso, perdita della memoria, ipertensione, ma non è un fattore di rischio di russamento;
  • Assunzione di alcool e sigarette: Il consumo abituale di bevande alcoliche porta al rilassamento dei muscoli della gola quindi ad una maggior vibrazione dei tessuti molli della gola; il fumo invece, provoca gonfiore alle mucose con restringimento delle vie aeree.

Gli esperti in materia sono d’accordo sul fatto che non esista un’unica causa che porti una persona a russare sistematicamente. Dipende da individuo ad individuo, a volte più fattori insieme concorrono a far insorgere il fenomeno e l’unica soluzione per le coppie sarebbe quella di dormire in camere separate e nel frattempo affidarsi alle cure di un specialista perchè si trovi la causa e di conseguenza una possibile cura.

Cristina Baron

Nata a Brescia, a 18 anni mi sono trasferita a Londra per un periodo. Al ritorno ho conseguito a Milano la laurea in Scienze Politiche con indirizzo internazionale pubblicistico. Vivo a Torino da 30 anni ed ho un figlio. Mi sono sempre occupata di scrittura anche ricoprendo ruoli imprenditoriali. Ho scritto e pubblicato due romanzi e ne ho altri nel cassetto. Il mio lavoro, la mia vita sono da sempre accompagnati da incessante curiosità ed inguaribile passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati