IL SANTO DEL GIORNOԑ PRIMO PIANO

17 maggio: San Pasquale Baylon, il frate con la scienza infusa

Tra i tanti santi e beati che si celebrano oggi, venerdì 17 maggio, abbiamo scelto San Pasquale Baylon che visse nel XVI secolo e venne canonizzato sul finire del Seicento da papa Alessandro VIII e proclamato patrono dei Congressi eucaristici da Leone XIII nel 1897.

Pasquale nacque il 16 maggio 1540, nel giorno di Pentecoste, a Torre Hermosa, nella comunità autonoma spagnola di Aragona. Di umili origini, sin da piccolo venne avviato al pascolo delle greggi. Durante il lavoro si isolava spesso per pregare.

A 18 anni chiese di essere ammesso nel convento dei francescani Alcantarini di Santa Maria di Loreto, ma venne respinto, probabilmente per la giovane età. Tuttavia non si perse d’animo e riuscì ad essere ammesso al noviziato il 2 febbraio 1564. L’anno successivo, esercitò la solenne professione come “fratello laico” non sentendosi degno del sacerdozio.

San Pasquale Baylon
San Pasquale Baylon

Nel 1576 il ministro provinciale gli affidò il compito, estremamente pericoloso, di portare documenti importanti a Parigi, rischiando di essere ucciso dai calvinisti. L’impegno venne comunque assolto in modo proficuo. Tutta la sua vita fu caratterizzata da un profondo amore per l’Eucaristia che gli valse il titolo di “Teologo dell’Eucaristia“. Fu inoltre autore di un libro sulla reale presenza di Cristo nel pane e nel vino.

Per desiderio di maggior perfezione, si sottopose a continue e pesanti mortificazioni e a penitenze continue, al punto che la sua salute ne fu compromessa. Venne sorpreso dalla morte il 17 maggio 1592, il giorno dopo il suo cinquantaduesimo compleanno nel convento del Rosario a Villarreal, vicino Valencia.

Come era accaduto alla nascita, anche allora era giorno di Pentecoste. I funerali videro la partecipazione di una folla di fedeli, che volle omaggiare la salma dell’umile fratello laico francescano. Come detto, venne canonizzato da Alessandro VIII nel 1690, mentre Leone XIII oltre due secoli dopo lo proclamò patrono dei Congressi eucaristici.

Alessio Yandusheff Rumiantseff

Alessio Yandusheff-Rumiantseff

Sacerdote cattolico, nato a San Pietroburgo nel 1973, attualmente vive a Roma dove svolge il suo servizio pastorale ed accademico. Dottore in Teologia e professore. Ha compiuto gli studi in genetica a San Pietroburgo, in filosofia in Liechtenstein e in teologia alla Pontificia Università Lateranense e alla Pontificia Università Gregoriana di Roma. È cappellano della Facoltà di Economia dell'Università La Sapienza. Collabora con le riviste teologico-filosofico-storiche "Traditio viva" e "Folia petropolitana" in qualità di redattore e traduttore.

Articoli Correlati