• 16 Gennaio 2021
  • FATTI

A Gubbio si riaccende l’albero di Natale più grande del mondo

Nato nel 1981 ed inserito nel Guinness World Record nel 1991, si riaccende a Gubbio l’Albero di Natale più grande al mondo. Unico nel suo genere, lungo le pendici della città medioevale non può mancare l’attrazione luminosa che da quasi 40 anni attrae turisti dall’Italia e non solo. Soltanto per la Stella cometa sono state utilizzate 250 luci, mentre sono 700 le luci per l’Albero di Natale, fra sagoma e decori. Anche quest’anno un intrico di 7 chilometri e mezzo di cavi colora, con una nota di luce e speranza, le pendici del monte Ingino.

La figura dell’immenso albero natalizio si compone di corpi illuminati che corrono lungo 750 metri, con una base di 450 metri. Il disegno che si forma si estende quindi dalle mura della città, fino alla grande basilica del Patrono Sant’Ubaldo, in cima alla montagna. Con un’estensione pari a quasi trenta campi di calcio, l’imponente Albero di Natale impone un lungo e paziente montaggio che nel 2020 è iniziato addirittura a settembre, quando numerosi volontari alberaioli, ovvero gli eugubini volontari per la realizzazione dell’Albero natalizio, hanno iniziato a mettersi all’opera muniti di scale, cavi e luci lungo le pendici del monte.

Gubbio albero Natale
Gubbio, città che detiene il record per l’albero di natale più grande al mondo

Partner dell’evento è Fìdoka, azienda di telecomunicazioni operativa in Umbria e Marche, che quest’anno ha festeggiato i suoi primi 20 anni di attività. Tra le novità di quest’anno si segnala l’installazione di un sistema di musica in filodiffusione: il percorso dentro l’albero è infatti coperto da ben sette punti audio, installati in cima ad altrettanti alberi, per un totale di 13 altoparlanti. Grazie alla rete wireless ogni amplificatore, tramite un convertitore di flusso, sarà connesso ad internet, in maniera tale da avere dei veri e propri “alberi musicali” collegati al media player degli ‘alberaioli’, i quali mandano in streaming una playlist natalizia.

Inoltre l’azienda marchigiana installerà una webcam in maniera tale da prevenire eventuali assembramenti, come previsto dalle disposizioni anti Covid, e per permettere a coloro che non possono recarsi sul posto di assistere allo spettacolo in streaming. Tutte le installazioni realizzate sono protette da acqua, neve e vento e vengono costantemente monitorate da remoto dalla sede operativa.

Luca Ciontolini, direttore Fidoka

“È per noi motivo di vero orgoglio, come azienda eugubina, essere riconfermati anno dopo anno come partner ufficiali per un evento unico nel suo genere – dichiara Luca Ciolini, Responsabile Fìdoka per l’area umbra – Dare il nostro contributo come azienda di telecomunicazioni significa vedere riconfermata la fiducia dei nostri confronti, facendo parte di un evento sentito e radicato nel territorio eugubino.”

Alla luce delle disposizioni anticovid-19, non è previsto un evento di inaugurazione: sarà possibile ammirare l’accensione dell’Albero di Natale eugubino dal tardo pomeriggio del 7 dicembre. Le sue luci verranno spente e quindi rimosse domenica 10 gennaio 2021.

Carlo Saccomando

Carlo Saccomando

Leggi ancora