CULTURAԑ PRIMO PIANOԑ TOSCANA

A Pistoia si attende il Campionato italiano della Bugia

PISTOIA. Il Campionato italiano della Bugia 2019, che si svolgerà il 3 e 4 agosto a Le Piastre (Pistoia), è dedicato all’anniversario dello sbarco dell’uomo sulla Luna. La 43esima edizione della manifestazione “Presunto sbarco” è organizzata dall’Accademia della Bugia e dalla Pro Loco Alta Valle del Reno, e sarà anticipata il 3 agosto dal “Bugia Show”, un talk in cui saranno premiati i vincitori delle sezioni letteraria e grafica, italiana e internazionale. Riguardo a quest’ultima sono oltre 300 i disegnatori di vignette in concorso, che hanno inviato lavori da 40 paesi di tutti i continenti. Gli ideatori del campionato, gli amici Mauro Begliomini, Giancarlo e Mauro Corsini, s’ispirarono a Monti, Pietrone, Ferrante, Neno, e a tutti gli affabulatori dell’inizio del Novecento.

Immagine del "Bugiardino" - Campionato italiano della Bugia
Immagine del “Bugiardino” – Campionato italiano della Bugia

Sul giornale “Il Reno” si capisce bene da un articolo del 2006  la storia di questo particolare evento. Tutto nacque fra due risate e una proposta originale per passare il tempo. Che poi quel tentativo, oggi chiamato Campionato Italiano della Bugia , avrebbe riscosso così tanto successo, in pochi se lo sarebbero  aspettato. Era il 1966, quando tre giovani intraprendenti ebbero l’idea di abbinare alla “Sagra della Polenda Dolce” il Campionato Italiano della Bugia, con lo scopo principale di rievocare le tradizionali serate montanine nel metato a raccontarsi storie che spesso venivano ingigantite con bugie per lo più improvvisate. Uno dei più grandi esponenti di quelle serate era Benvenuto Corsini detto “Il Monti”, e fu principalmente il suo ricordo ad ispirare i tre fondatori . Passate indenni le prime edizioni, la manifestazione crebbe fino a diventare una tradizione e, sull’onda del successo, fu deciso, nel 1987, di allargare la partecipazione, anche a vignettisti professionisti, creando, così, la sezione grafica della manifestazione. Dal 1997, inoltre, a dimostrazione della validità dell’evento, non solo più locale, venne  creato un sito internet […] Oggi, la bugia  si può considerare una delle manifestazioni più apprezzate per genuinità e originalità […] Il punto più alto della manifestazione, comunque è il momento della consegna  del “Bugiardino”, simbolo della “frottola” piastrese più originale. Il “trofeo” riproduce il campanile di Sant’Ilario, ma con gambe corte e naso lungo alla “Pinocchio” ideato da Leonardo Begliomini, e consegnato anche a Luis Sepulveda.

Simona Cocola

Loading...

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati