CRONACHEԑ PIEMONTEԑ PRIMO PIANO

A Torino, ritrovato ordigno bellico: 2.500 persone da evacuare

TORINO. Verrà disinnescato con uno strumento chiamato “Swordfish” (pesce spada) l’ordigno della Seconda guerra mondiale riaffiorato in via Nizza angolo via Valperga Caluso, a Torino, dove sono in corso i lavori per il teleriscaldamento. I militari del 32° Reggimento Genio Guastatori della Taurinense metteranno in sicurezza la bomba tagliandone la punta, dove ci sono le spolette danneggiate, con un getto di acqua e sabbia a una pressione di 300 bar. La parte superiore dell’ordigno verrà poi portata in una cava e verrà fatta brillare.

Le operazioni sono previste per domenica primo dicembre. A quanto emerso dai tavoli tecnici che si sono tenuti in Prefettura, verrà istituita una zona rossa, da cui verranno evacuate circa 2.500 persone, e una zona gialla, dove non sarà possibile uscire in strada. Per coloro che dovranno allontanarsi dalle loro casa, Eataly Lingotto ha previsto un caffè in omaggio. Accanto al centro commerciale, lo scorso maggio, era stata trovata un’altra bomba inesplosa.

Articoli Correlati