DAL MONDOԑ PRIMO PIANO

Abbattuto il leader della Jihad islamica palestinese

TEL AVIV. Israele afferma di aver ucciso questa notte Baha Abu al-Ata, capo militare della Jihad islamica palestinese.  “La sua abitazione è stata attaccata in una operazione congiunta delle nostre forze armate e dei servizi segreti”, afferma un comunicato militare. Secondo la radio militare, Abu al-Ata è rimasto ucciso. L’emittente ha aggiunto che la stessa jihad islamica ha confermato la sua morte. Nella zona è stato subito elevato lo stato di allerta.  “Era responsabile di molti attentati e di lanci di razzi verso Israele avvenuti negli ultimi mesi. Si accingeva a compiere nuovi attentati nell’immediato”. La Jihad islamica palestinese ha poi dato notizia di un raid nella notte su Damasco, contro l’abitazione di Akram al-Ajouri, uno dei leader del gruppo. L’uomo è sopravvissuto, mentre sono morti il figlio ed una guardia del corpo, riferisce la Jihad, secondo quanto si legge sul Times of Israel.

Nessun commento è arrivato dalle Forze di difesa israeliane. Secondo le autorità siriane, la difesa antiaerea di Damasco ha sparato contro “un obiettivo ostile” durante il raid contro un edificio nell’area di Mezzeh, situato nei pressi dell’ambasciata libanese.Operazioni per la “sicurezza di Israele” in un momento in cui non devono esserci “litigi politici”. Così su Twitter il presidente israeliano Reuven Rivlin. “Siamo al fianco delle forze di sicurezza che hanno lavorato per molto tempo per il successo delle operazioni di questa mattina. So che loro e il governo israeliano che ha autorizzato l’operazione hanno a cuore solo la sicurezza di Israele”, puntualizza Rivlin. Lo afferma il premier israeliano Benjamin Netanyahu in un comunicato. La Jihad islamica palestinese ha confermato la morte del suo comandante militare e, in un volantino diffuso a Gaza, promette: “La nostra reazione farà tremare l’entità sionista”. Il leader politico Ziad Nahale ha affermato secondo i media locali che “Israele ha oltrepassato tutte le linee rosse. Reagiremo con forza”.

Articoli Correlati