ATTUALITA'ԑ PRIMO PIANO

Amphan, il super ciclone che sta mettendo in ginocchio India e Bangladesh

Il super ciclone Amphan, uno dei peggiori degli ultimi decenni, ha toccato terra in India e sta sferzando le coste del West Bengala vicino al delta del Sunderbans, con venti che corrono alla velocità di 160 chilometri orari: lo ha comunicato in un tweet il Dipartimento meteorologico indiano.

E in Bangladesh si registra la prima vittima: un volontario della Croce Rossa locale, annegato questa mattina nel distretto di Kulna. Lo ha comunicato Nurul Islam Khan, un responsabile dell’organizzazione. Il volontario ha perso la vita dopo che le raffiche di vento hanno fatto rovesciare l’imbarcazione dalla quale stava coordinando l’evacuazione degli abitanti di un villaggio costiero nei dintorni di Kalapara. Il suo equipaggiamento, stivaloni di gomma e una pesante cerata, gli hanno impedito di nuotare.  Milioni di persone sono state evacuate in via precauzionale in Bangladesh un milione e mezzo di contadini e pescatori dei villaggi costieri del Sundarbans; in India, secondo un responsabile della Protezione Civile, si trovano ora nelle strutture di protezione 450 mila residenti, 300 mila nel West Bengala e altri 150 mila nell’Odisha. La paura del contagio da coronavirus ha complicato le operazioni di evacuazione: in molti si rifiutavano di spostarsi, temendo l’affollamento e l’eccessiva vicinanza inevitabile nei rifugi anticiclone. 

Norbert Ciuccariello

Articoli Correlati