DAL MONDOԑ PRIMO PIANO

Ancora un giornalista, è il terzo nel 2020, è stato assassinato in Messico

CIUDAD OBREGON. Jorge Armenta, direttore di Medios Obson, è stato ucciso sabato a Ciudad Obregon, in Messico: è il terzo giornalista ad essere ammazzato in Messico dall’inizio del 2020. Lo ha annunciato su Twitter il procuratore regionale riferendo che nell’agguato è rimasto ucciso anche un ufficiale di polizia ed un secondo è è stato ferito.

 Armenta aveva ricevuto minacce ed era sotto la protezione del governo, ha ricordato Reporter senza frontiere (Rsf) che ha annunciato di stare indagando sul tipo di protezione assegnata alla vittima.
 Claudia Pavlovich Arellano, governatrice dello stato di Sonora, ha dichiarato su Twitter di aver ordinato al procuratore di “avviare immediatamente un’indagine per stabilire e trovare i responsabili del riprovevole attacco “. Rsf classifica da anni il Messico, insieme alla Siria devastata dalla guerra e all’Afghanistan, come i paesi più pericolosi del mondo per i rappresentanti dei media.

Articoli Correlati