ARTEԑ TOSCANA

Apre a Firenze il giardino della Botanica superiore di Boboli

FIRENZE. Tutto pronto per il progetto “Rinascimento di Boboli”, annunciato dal direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt. Il piano riguarda il riassetto del verde, l’installazione di nuove panchine, e l’apertura, per la prima volta in maniera continuativa, del giardino della Botanica superiore. All’interno del parco che abbraccia Palazzo Pitti, inoltre, sarà aperta, a partire dall’estate 2020, una gelateria dedicata al Buontalenti. Intanto a Boboli, secondo dichiarazioni di Schmidt, nei primi tre mesi del 2019 c’è stato un aumento di presenze superiore al 20% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Furono i Medici i primi a curare la sistemazione del giardino, creandolo su modello all’italiana, esempio per molte corti europee. Un museo a cielo aperto quello di Boboli, con una vasta superficie verde suddivisa in modo regolare, ornato di statue antiche e rinascimentali, grotte, prima fra tutte quella celeberrima realizzata da Bernardo Buontalenti, e grandi fontane, come quella del Nettuno e dell’Oceano. Successivamente ai Medici, i Lorena e i Savoia ampliarono i confini che costeggiano le antiche mura cittadine fino a Porta Romana. Di notevole suggestione visiva è la zona a terrazzamenti con il settecentesco padiglione del Kaffeehaus, esempio di architettura rococò in Toscana, o la Limonaia, costruita da Zanobi del Rosso fra il 1777 e il 1778.

Giardino di Boboli

Loading...
Tags

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati