CRONACHEԑ PIEMONTEԑ PRIMO PIANO

Arrestato l’investitore di Stupinigi, stava tentando di cancellare le prove

TORINO. Alla fine è stato beccato mentre cercava di far sparire le prove dell’investimento mortale. E’ stato arrestato dai carabinieri del comando provinciale di Torino il pirata della strada che la notte del 19 gennaio, sulla provinciale 143 che collega Orbassano a Stupinigi, ha investito e ucciso Franko Gjinaj, albanese che oggi avrebbe compiuto 36 anni, e poi è fuggito. Si tratta di un operaio di 34 anni di Giaveno.

L’accusa è di omicidio stradale e omissione di soccorso.  Gli investigatori dell’Arma l’hanno rintracciato grazie ai filmati delle telecamere di sorveglianza della zona e ai frammenti dell’auto, tra cui lo stemma della Volkswagen, ritrovati sul luogo dell’incidente. I carabinieri di Rivoli, che hanno controllato le carrozziere dei comuni alle porte di Torino alla ricerca di una Golf bianca, hanno trovato la macchina, danneggiata e con tracce ematiche sul cofano, in un’autofficina di Giaveno. L’uomo l’aveva portata a riparare spiegando di aver investito un capriolo.

Articoli Correlati