CRONACHEPOLITICA

Berlusconi “Il 19 sarò in piazza contro questo governo che tassa e ammanetta”

MILANO. Ci sarà anche lui lo ha promesso ieri alla chermesse di fedelissimi e simpatizzanti. Brillante e determinato come sempre il cavaliere storico “padre putativo” e fondatore della grande alleanza delle forze di centro destra scenderà in campo il 19 ottobre con Salvini e tutti coloro che non si riconoscono in questo governo m5s-pd-leu. Silvio Berlusconi, infatti, ha annunciato che sarà in piazza a Roma al fianco di Matteo Salvini ”per protestare, perché questo governo e questi annunci sono lesivi del nostro diritto di libertà”. Il leader di Fi lo ha annunciato nel corso della kermesse del partito a Milano, #IdeeItalia. Il governo attuale, ha attaccato, “è tassa e ammanetta, tassa e metti in galera. Siccome per mettere in galera servirà una sentenza dei giudici, chi deciderà della vita di ciascuno di noi sarà un certo signore che si chiama Davigo e ciascuno di noi sarà nelle mani della sinistra”.

Con questo governo secondo Berlusconi “siamo di fronte a un pericolo ancora maggiore che nel ‘94”. “Ci sono molte probabilità che questo governo arrivi alla fine della legislatura perché il potere è un grandissimo collante e andando a nuove elezioni perderebbero la maggioranza e andremmo noi al governo e lo vogliono evitare”. “Se però il risultato delle elezioni regionali sarà clamoroso per noi – ha aggiunto -, allora anche il presidente della Repubblica dovrà accorgersi che la maggioranza del palazzo è diversa dalla maggioranza della gente”. “Allora così potrebbe accadere una caduta del governo e nuove elezioni – ha detto ancora – ma penso che sia più probabile l’altra possibilità”.

Norbert Ciuccariello

Articoli Correlati