CRONACHEԑ PRIMO PIANO

Briatore si sfoga su Instagram: “Robe da pazzi in Puglia!”

Flavio Briatore è riuscito ancora una volta a far parlare di sé. Questa volta attraverso un post su Instagram si è scagliato contro la Capitaneria di Porto di Gallipoli, in provincia di Lecce, che a suo dire in maniera poco elegante non ha concesso ad uno Yacht, con a bordo persone molto facoltose, l’accesso al porto: “Robe da pazzi in Puglia, come mandare via le barche con importanti turisti a bordo questo è successo a Gallipoli il Comandante di uno Yacht di 60 metri con 12 persone facoltose ha chiesto tramite la propria Agenzia Marittima alla Capitaneria l’accesso in porto con il tender per approvvigionamenti come succede in tutti i porti del mondo e di Italia …”

Il noto imprenditore piemontese ha poi aggiunto “Tranne Gallipoli che rifiuta l’approdo del tender , intimando l’entrata dello yacht in banchina … creando un disservizio agli ospiti che hanno preso così la decisione di non permanere più a Gallipoli per 2 giorni ma procedendo per Otranto dove il tender ha avuto accesso al porto e gli ospiti sono rimasti due giorni godendosi l’ospitalità di Otranto … A Gallipoli vide il movimento del non fare“.

briatore instagram
Flavio Briatore (Instagram)

L’ultima frase fa riferimento al nuovo partito fondato dallo stesso Briatore e presentato sempre su Instagram qualche giorno fa, dal nome “Il Movimento del Fare“. Questo il contenuto del lungo post datato il 12 agosto scorso: “Nasce il “Movimento del Fare”. ‘In questo momento così critico e confuso per il Paese Italia, ormai alla deriva, mi faccio avanti con una proposta forte e concreta: Il Movimento del Fare. Totalmente indipendente da qualsiasi partito o corrente politica attuali, Il Movimento del Fare nasce per essere al completo servizio dei cittadini. Sarà formato da persone e personalità che metteranno la loro esperienza e le loro competenze a disposizione degli Italiani: Imprenditori e professionisti di successo che insieme, con le loro idee e la loro visione aiuteranno a far ripartire il Paese, creando lavoro e attirando gli investimenti: drastica riduzione del cuneo fiscale, cantieri aperti, riforma della giustizia, abolizione del reddito di cittadinanza, lavoro ai giovani e Turismo come eccellenza del Paese, sono le assolute priorità. Ma c’è tanto altro nel nostro programma. Io mi metto in gioco in prima persona e so di poter contare su tanti professionisti e imprenditori che condividono le mie idee e vogliono far parte del Movimento del Fare. Insieme, uniti, senza alcun interesse personale e tutti con un unico obiettivo: Salvare l’Italia, ci metteremo a disposizione e al lavoro per amore del nostro Paese. E lo faremo completamente GRATIS“.

Viene il sospetto che il buon Flavio abbia sicuramente preso a cuore la causa dello Yacht e del suo allontanamento dalle coste salentine, ma che con la scusa abbia finito per sponsorizzare il proprio partito. Chissà se in caso di eventuali elezioni autunnali il tycoon cuneese riuscirà a presentare la propria lista e concorrere alla conquista di un posto come parlamentare. Ai posteri l’ardua sentenza…

Norbert Ciuccariello

Articoli Correlati