• SPETTACOLI

Buon compleanno a Carlos Santana: la leggenda del rock compie 74 anni

Il chitarrista messicano nato a Autlán de Navarro il 20 luglio del 1947 oggi festeggia il suo 74esimo compleanno.

L’aveva nel sangue, la musica: suo padre era un mariachi, cioè un suonatore vagabondo, e Carlos, fin da piccolo lo accompagnava negli spettacoli suonando il violino. La sua passione per le sei corde arrivò presto anche se proprio il suo modo di dialogare con lo strumento rivela note lunghe e trattenute, caratteristica del violino, ed imbraccia la sua prima chitarra trattando il suono alla sua maniera. Inconfondibile, graffiante.

Siamo negli anni in cui il rock sta scoppiando prepotentemente, come un’onda si rovescia a partire dagli Stati Uniti e dall’Inghilterra. Carlos Santana quest’onda la cavalca come un campione di surf e regala pezzi di cui non ci dimenticheremo mai.

Gli esordi di una straordinaria carriera

Inizia ad esibirsi nei locali di Tijuana fino al trasferimento della su famiglia a San Francisco, dove conosce e mescola diversi stili per approdare al suo inconfondibile sound.

Ma il suo vero successo ha inizio con il primo contratto discografico e l’uscita dell’album “Santana“, il suo primo disco di platino. Ormai è conosciuto ed i suoi assoli diventano un marchio di fabbrica: gli anni ’60 stanno per finire con uno dei più spettacolari eventi di tutti i tempi: Woodstock: tre giorni di musica – pace, amore, droga e felicità – con ben mezzo milione di appassionati.

Nelle sue esibizioni Carlos Santana manda in visibilio il pubblico: i suoi pezzi incantano ed il ritmo sudamericano è molto più che rock latino. I successi diventano planetari e brani come “Oye como va” “Black magic woman” e “Samba pa ti” diventano leggenda. La musica ed il ritmo che trasmette diventano conferme e l’album Santana III può essere considerato un vero capolavoro.

Ma Carlos è in continua evoluzione, la sua personalità all’interno del gruppo è preponderante ed il quarto album “Caravanserai”sente di jazz, senza ombra di dubbio. La sua carriera continua inesorabile tra concerti e collaborazioni con artisti di grande spessore, Herbie Hancock, Wayne Shorter e Bob Dylan e con lui, le sue chitarre diventano icone di stile, Santana decretato uno tra i miglior chitarristi al mondo.

Le sue chitarre preferite sono:

  • GIBSON LES PAUL
  • CUSTOM PRS SANTANA MODEL PROTOTYP – dove PRS sta per Paul Reed Smith produttore di chitarre
  • PRS SANTANA II “SUPERNATURAL” creata sempre da Paul per lui
  • LES PAUL FENDER STRATOCASTER

Non possiamo dimenticare la sua GIBSON SD SPECIAL, “diavoletto” e soprattutto il tocco blues, le melodie latine che si fondono con il jazz. Ricordiamo la particolarità dei tasti scavati per facilitarlo nell’uso del bending e vibrato, sue tecniche preferite.

Carlos Santana
Carlos Santana (Facebook)

Inarrestabile Carlos Santana

Fonda pure un’etichetta propria, la Guts and Grace, nel 1993, e vince il Grammy Award con Supernatural

Al suo 70esimo compleanno dichiarò candidamente che aveva mandato in pensione la pensione ed aggiunse ” Abbiamo appena registrato il nostro prossimo album con il produttore Rick Rubin. Ha principalmente ritmi africani e si chiamerà Global Revelation. Rick ancora non lo sa”.

Grazie, Carlos, leggendario chitarrista ed inventore di uno stile, continua a pizzicare le corde della tua chitarra, continua ad indossare quei cappelli dai quali un tempo scendevano riccioli a cascata, continua ad inventarti musica, a suonarla e noi te ne saremo sempre grati

Cristina Baron

Nata a Brescia, a 18 anni mi sono trasferita a Londra per un periodo. Al ritorno ho conseguito a Milano la laurea con indirizzo internazionale pubblicistico. Vivo a Torino da 30 anni ed ho un figlio. Mi sono sempre occupata di scrittura anche ricoprendo ruoli imprenditoriali. Ho scritto e pubblicato due romanzi e ne ho altri nel cassetto. Il mio lavoro, la mia vita sono da sempre accompagnati da incessante curiosità ed inguaribile passione.

Articoli correlati