DAL MONDOԑ PRIMO PIANO

Burkina Faso, voto ad alta tensione con rischio di scontri a fuoco tra fazioni

OUAGADOUGOU. In Burkina Faso si è cominciato a votare questa mattina per eleggere presidente e deputati in un clima teso sia sul piano politico che sul piano della sicurezza: si temono infatti attacchi jihadisti, mentre l’opposizione sospetta che vi saranno “massicci brogli” dal parte del campo del presidente Roch Kaboré, la cui rielezione è data come molto probabile, e minacciano di non riconoscere il risultato del voto.

    Sono circa 6,5 milioni le persone chiamate alle urne per il doppio scrutinio, ma fino ad un quinto del paese non sarà in grado di esercitare il voto, in particolare nel Nord e nell’Est del paese, terreno di attacchi jihadisti e violenze interetniche quasi quotidiane.

Articoli Correlati