DAL MONDOԑ PRIMO PIANO

Camerun, Onu denuncia massacro di donne e bambini in un villaggio

Uomini armati hanno attaccato un villaggio nel nord-ovest del Camerun, provincia popolata dalla minoranza di lingua inglese, ed ucciso 22 persone per lo più bambini, 9 al di sotto dei 5 anni, e donne, una anche incinta.

Lo ha detto alla Afp James Nunan, capo dell’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA) per le regioni nord-occidentali e sud-occidentali del Camerun, le due province devastate da tre anni di combattimenti tra l’esercito e i ribelli separatisti. Nella regione sono attivi gruppi armati della minoranza anglofona.

camerun onu massacro
Due militari camerunensi (Twitter)

Boko Haram è come la bestia dell’Apocalisse o una Idra dalle molte teste. Quando si pensava che fosse decapitata l’orrore è riemerso nel Camerun settentrionale“. È quanto era stato riferito qualche settimana fa alla fondazione Pontificia ACS da Bruno Ateba, vescovo di Maroua-Mokolo, denunciando 13 attacchi dall’inizio del 2020. Un appello che purtroppo si è trasformato in un triste presagio.

Articoli Correlati