ECONOMIAԑ PRIMO PIANO

Campanello d’allarme Confcommercio, consumi in caduta libera

ROMA. La botta si sapeva ci sarebbe stata, ed in parte si poteva prevedere fosse forte ed arrecasse danni davvero devastanti. Ad aprile i consumi degli italiani sono crollati del 47,6% e nonostante un rimbalzo del pil del 10% stimato a maggio il prodotto interno lordo rimarrà sempre a un -16% rispetto all’anno precedente.

E’ quanto sul legge in una nota dell’ufficio studi di Confcommercio. Ampliando lo sguardo a cosa è accaduto nel periodo di lockdown si rileva nel complesso del secondo bimestre, nel confronto con lo stesso periodo dello scorso anno, un calo del 38,9% dei consumi, dato che si riuscirà a recuperare solo in parte nei prossimi mesi, spiega ancora Confcommercio.

Articoli Correlati