POLITICAԑ PRIMO PIANO

Carfagna: “Sì al decreto, ma dobbiamo tutelare la piccola imprenditoria”

Inevitabile giro di vite su alcune attività. Era prevedibile del resto che il nuovo provvedimento non coinvolgesse settori produttivi.

“Molte attività ricevono oggi due brutte notizie: la chiusura serale anticipata e l’entrata in vigore definitiva del ‘dl Agosto’, che farà ripartire tra pochi giorni l’invio delle cartelle esattoriali. Il governo ha già ignorato i nostri inviti a rinviare ulteriormente il pagamento delle imposte arretrate, adesso non può trascurare il calo degli introiti che sarà provocato dal nuovo Dpcm. Serve un intervento immediato per risarcire gli esercizi colpiti dalle nuove restrizioni”. Lo afferma Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia.

“Da parte nostra – prosegue – siamo d’accordo con la necessità di introdurre misure cautelative rivolte a scongiurare un nuovo lockdown, che assesterebbe un colpo fatale alla nostra economia. Ma – precisa la presidente di ‘Voce libera‘ – non vorremmo che ancora una volta a pagarne le conseguenze siano i piccoli imprenditori già ridotti in ginocchio dalle precedenti chiusure. Gli strumenti per sostenerli esistono, sono già stati applicati nei mesi scorsi. Vanno ripresi e attivati al più presto”.

È sensata la proposta di Mara Carfagna, interventi necessari per prevenire non solo disperazione e “bombe sociali” ma anche un’emorragia di produttività e occupazione, visto che il Paese si trova in una situazione già abbastanza preoccupante.

Norbert Ciuccariello

Tags

Articoli Correlati