DAL MONDO

Cina nervosa e irritata per il viaggio e gli incontri di Wong a Berlino

BERLINO. La dittatura capital-comunista di Pechino dimostra ogni giorno di più quanto abbia i nervi scoperti sulla questione di Hong Kong. Esattamente come per il Tibet vorrebbe decidere che Stati e quali persone di debbano o meno incontrare e dialogare.

L’incontro tenuto ieri a Berlino tra l’attivista pro-democrazia di Hong Kong Joshua Wong e il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas è “irriguardoso” nei confronti della Cina: la portavoce del ministero degli Esteri di Pechino, Hua Chunying, ha affermato che nessun paese straniero ha il diritto di “interferire negli affari interni cinesi”. Pechino è “estremamente delusa e si oppone con forza” al visto concesso a Wong e al suo incontro col ministro e “ha già presentato una severa protesta formale alla parte tedesca”.

Loading...

Articoli Correlati