CRONACHEԑ PRIMO PIANO

Collecchio, ragazza morsa dal ragno violino

Una giovane ragazza 28enne residente a Collecchio, in provincia di Parma, qualche giorno fa ha vissuto attimi di paura e terrore che sarà difficile dimenticare per il resto della vita: è stata morsa da un ragno violino, considerato tra i più velenosi in Italia, mentre stava prendendo il sole.

A divulgare l’episodio è stata la Gazzetta di Parma, che ha descritto come in un primo momento la ragazza non si era resa conto della presenza dell’aracnide e della conseguente puntura, ma una volta rientrata a casa si è accorta del forte arrossamento nella zona del morso e ha cominciato la febbre alta. Dodici ore più tardi la visita al Pronto soccorso dove i medici hanno asportato la sacca di veleno praticando anche due punti e dopo due giorni le è stata definitivamente pulita la ferita.

ragno violino

Le caratteristiche del ragno violino

Il ragno violino è presente su tutto il territorio italiano, di piccole dimensioni, arriva a 4-5 centimetri solo contando le zampe, e si tratta di un ragno molto timido e per nulla aggressivo, che predilige la fuga ove possibile. Gli esperti segnalano che attacchi solamente in situazioni di pericolo: come ad esempio nel caso in cui si rifugiasse all’interno di scarpe o vestiti, e venisse successivamente schiacciato.

Il suo morso è indolore e i sintomi compaiono anche diverse ore dopo; in due terzi dei casi causa solo moderato prurito e arrossamento locali, che passano da soli in poco tempo senza ulteriori complicazioni. Tuttavia in circa un caso su tre inietta una citotossina, come nell’episodio capitato alla giovane collecchiese.

Il ragno violino è considerato una delle uniche due specie italiane con potenziale rilevanza medica, l’altra è la malmignatta. Il primo e unico caso fatale in Europa è datato 2015, avvenne ad una donna morsa a un dito della mano, deceduta in seguito alla formazione di coagulazione intravascolare disseminata.

Norbert Ciuccariello

Loading...

Articoli Correlati