DAL MONDO

Condannato a 10 anni Yazov, promotore del colpo di Stato del 1991

 MOSCA. L’ex ministro della Difesa dell’Urss Dmitry Yazov, 94 anni, è stato condannato (in contumacia) a 10 anni di carcere per “crimini di guerra e crimini contro l’umanità”.

Il tribunale di Vilnius lo ha giudicato responsabile degli eventi del 13 gennaio 1991, quando le truppe sovietiche presero d’assalto la torre della televisione della capitale dopo che la Lituania aveva dichiarato l’indipendenza da Mosca nel marzo 1990. Il raid costò la vita a 14 civili e fece più di 600 feriti. Lo riporta la testata Meduza.

Articoli Correlati