LIBRIԑ PRIMO PIANO

Cosa avete fatto al pianeta? “La nostra casa è in fiamme”

“Quando avrò 75 anni, nel 2078, come spiegherò ai miei nipoti quello che avete fatto al pianeta?”. Nel giorno della manifestazione a livello mondiale contro i cambiamenti climatici, e per salvare la Terra dalle conseguenze di tali scenari, la notizia del libro di Greta Thunberg arriva a rafforzare gli animi. In Italia uscirà nei prossimi mesi per Mondadori “La nostra casa è in fiamme, scritto a più mani con la famiglia, (madre, padre, e sorella), la cui trama è incentrata sulla presa di coscienza e il percorso della giovane Greta, iniziato da bambina.

Sensibile alla causa ambientalista, “nessuno è troppo piccolo per fare la differenza” scrive, Greta promuove il primo sciopero nell’agosto del 2018, senza più fermarsi, e riuscendo a coinvolgere studenti di tutto il mondo per chiedere ai governi impegni concreti al fine di salvare il pianeta. Il pericolo è serio, e riguarda milioni di possibili morti premature per l’inquinamento di aria e acqua potabile, come attesta lo studio dell’Onu. E proprio i ragazzi, gli studenti, ai quali si sono uniti scienziati e governi, stanno lottando per questa causa che riguarda tutti.

Il rapporto sullo stato dell’ambiente, il sesto “Global Environmental Outlook”, redatto negli ultimi cinque anni da 250 scienziati di oltre 70 Paesi è allarmante: “Siamo a un bivio. O continuiamo sulla strada attuale, che porterà a un futuro terribile per l’umanità, o ci concentriamo su un percorso di sviluppo più sostenibile. Questa è la scelta che devono fare i nostri leader politici, ora”. L’inquinamento atmosferico è ritenuto la principale causa di malattie con circa sette milioni di morti premature. Ciò che è davvero importante, quindi, è che si risvegli una coscienza collettiva che si renda conto della situazione, facendo sentire il proprio pensiero a gran voce.

“Ci troviamo di fronte a una catastrofe. Voglio che proviate la paura che provo io ogni giorno. Voglio che agiate come fareste in una situazione di crisi. Come se la vostra casa fosse in fiamme. Perché è quello che sta succedendo”, si legge tra le pagine del libro di Greta.

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati