LIBRIԑ PRIMO PIANO

‘Covid-19 Il Virus della Paura’ scienza e informazione ai tempi del Coronavirus

Paesi Edizioni presenta il primo libro espressamente dedicato al virus che ha bloccato il mondo.

Covid-19 Il Virus della Paura’. L’infettivologo Massimo Andreoni, primario del reparto di Malattie infettive del policlinico Tor Vergata di Roma, e lo psicoterapeuta Giorgio Nardone, esperto di disturbi fobico-ossessivi, sono gli autori del primo libro espressamente dedicato all’argomento, edito da Paesi Edizioni, il cui contenuto intende divulgare correttamente scienza e informazione ai tempi del Coronavirus, basata su analisi scientifiche e fonti giornalistiche.

Partendo dalle certezze sull’origine del virus, che fuga le ipotesi fantasiose sulla creazione in laboratorio di un agente infettivo prodotto in Cina, i due autori affrontano e analizzano le fasi e gli episodi che hanno portato a un caos mondiale inaspettato, mettendo in discussione certezze e abitudini della popolazione mondiale. L’opera è finalizzata anche a comprendere le dinamiche dei rischi connessi alle epidemie e le loro possibili conseguenze sanitarie, sociali, politiche ed economiche a livello internazionale. Un libro che, in definitiva, intende onorare la scienza e la classe medico-sanitaria, diffondendo cultura e rendendo un doveroso tributo a coloro i quali hanno perso la vita a causa di questa epidemia.

Covid-19 Il Virus della Paura

L’iniziativa nasce da un’idea di Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi, il network legale a tutela dei professionisti della sanità, che da vent’anni assiste e lavora al fianco di medici e operatori sanitari, e che ha appena donato un milione di euro per l’emergenza Coronavirus: “Siamo nati per stare al fianco degli operatori sanitari e nella nostra storia la missione è stata difenderli con le battaglie legali. Ora li sosteniamo con mascherine, tute, ventilatori, respiratori, ma pensiamo anche ai loro pazienti“.

In copertina l’opera «Infermiera con l’orecchino di perla» dell’artista italiana Lady Be, rielaborazione del celeberrimo quadro del pittore seicentesco Johannes VeermerLa ragazza col turbante”, meglio nota come “La ragazza con l’orecchino di perla“, che veste i panni di un’infermiera che indossa una mascherina, simbolo inconfondibile della nuova quotidianità. L’opera è stata battuta all’asta lo scorso 2 aprile per 6.500 euro. L’intero importo è già stato donato agli ospedali e alla Croce Rossa, mentre i proventi del libro saranno devoluti alla Protezione Civile.

Articoli Correlati