ATTUALITA'ԑ CAMPANIAԑ PRIMO PIANO

Crollo del ponte Morandi, sopravvissuti si sposano

NAPOLI. Se lo erano promessi dopo la scampata tragedia sul ponte Morandi di Genova. E a più di un anno di distanza hanno coronato il loro sogno: unirsi in matrimonio dopo una vita trascorsa insieme. Eugeniu Babin e Natalya Yelina si sono finalmente sposati a Napoli, con il rito della chiesa ortodossa, come desideravano ormai da un anno, da quando riuscirono a sfuggire alla morte nel terribile crollo il 14 agosto del 2018. Una tragedia quella genovese che causò la morte di 43 persone. La vettura su cui viaggiava la coppia, diretta in Francia per le vacanze, precipitò nel vuoto finendo su un cumulo di macerie.

I due non persero mai conoscenza e rimasero lucidi per tutto il tempo fino a quando i vigili del fuoco riuscirono ad estrarli da quell’ammasso di lamiere, polvere e calcinacci che era diventata la loro automobile. Eugeniu riportò la rottura del collo e ferite in diverse parti del corpo, Natalya invece si fratturò in più punti una gamba.

La coppia si salvò per miracolo dopo che la loro auto precipitò nel vuoto

Già lo scorso autunno avrebbero voluto convolare a nozze, ma le loro condizioni fisiche non glie lo hanno consentito. Ora, dopo un lungo percorso riabilitativo e un lungo percorso psicologico di assimilazione di quello che gli è capitato, Eugeniu e Natalya si sono finalmente detti sì davanti a Dio. Parrucchiere lui ed estetista, entrambi originari dell’Est Europa, vivono a Santa Maria Capua a Vetere in provincia di Caserta dove gestiscono un salone di bellezza. La coppia ha un figlio, Bodan, che è stato il primo ad arrivare in chiesa nel giorno del matrimonio di mamma e papà.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati