DAL MONDO

Dagli Usa 150 missili Javelin all’esercito dell’ Ucraina

WASHINGTON. L’Ucraina continua il piano di armamento con l’aiuto degli Stati Uniti. L’amministrazione Trump ha approvato la vendita all’Ucraina di 150 missili Javelin e le relative rampe di lancio ed attrezzature, per un costo stimato attorno ai 39, 2 milioni di dollari. Come ricorda Associated Press, gli Stati Uniti danno  assistenza all’Ucraina dal 2014, dopo che la Russia aveva invaso, occupato e poi annesso la Crimea, sottraendola al controllo ucraino. Per poter essere effettuata, la vendita avrà bisogno dell’approvazione da parte del Congresso.

Lo rende noto il Dipartimento di stato che ha dato il via libera all’operazione richiesta dal governo di Kiev. Operazione della quale si parlò anche nella famigerata telefonata del luglio scorso per cui Donald Trump è accusato di aver fatto pressioni sul leader ucraino Voldymyr Zelensky. Come ricorda Associated Press, gli Stati Uniti danno assistenza all’Ucraina dal 2014, dopo che la Russia aveva invaso, occupato e poi annesso la Crimea, sottraendola al controllo ucraino. Il funzionamento dello Javelin è rivoluzionario per un’arma anti-carro: per colpire il mezzo corazzato sulla parte superiore, dove la blindatura è più sottile, vola in verticale fino a raggiungere una quota di 150 metri, poi piomba a capofitto sull’obiettivo, sfondando il primo strato di protezione con una carica esplosiva e penetrando il secondo con un’altra più potente. Più in dettaglio, la testata tandem è dotata di due cariche sagomate: un precursore per contro qualsiasi armatura reattiva alle esplosioni e una testata primaria per penetrare l’armatura di base. E’ di fatto un missile auto-guidato con un sistema di mira a infrarossi: quando si preme il grilletto il Javelin viene espulso dal lanciatore in modo da raggiungere una distanza di sicurezza prima che il motore principale del razzo si accenda. Questo serve a non investire con il getto di propulsione le truppe, ma anche a permettere chi spara di rimanere ben nascosta o allontanarsi. La squadra di tiro può cambiare posizione non appena il missile è stato lanciato o addirittura prepararsi a sparare al bersaglio successivo mentre il primo missile è ancora in volo. Il Javelin, peso 22 chili, è spesso trasportato da due persone: un tiratore e un portatore di munizioni, anche se può essere gestito da una persona sola. Mentre l’artigliere mira e spara, il portatore di munizioni esegue la scansione di potenziali bersagli e si assicura che non ci siano ostacoli intorno al raggio di azione.

Articoli Correlati