DAL MONDO

Dagli Usa altre truppe inviate in Siria in supporto ai turchi

Gli Usa si apprestano a inviare circa 150 soldati in Siria. Lo riporta il New York Times, spiegando che saranno impiegati in operazioni di pattugliamento assieme alle forze turche. Il dispiegamento sarebbe parte di una serie di passi previsti dall’amministrazione Trump per ridurre le tensioni con la Turchia. Secondo la Cnn uno degli obiettivi è di creare una zona cuscinetto al confine tra la Siria e la Turchia, ma nessuna decisione finale sarebbe ancora stata presa. Ora sono circa 1.000 i soldati Usa in Siria che combattono l’Isis.

Le Sdf (le forze arabo-curde) hanno sventato a Deir Ezzor (città siriana centro orientale) un grosso attentato di Isis, intercettando un camion cisterna carico di esplosivi alla periferia di Hajin. Lo scrive difesaesicurezza.com. Secondo quanto ha fatto sapere Jazeera Storm il camion apparteneva ai miliziani dello Stato Islamico e conteneva circa 21 galloni di C-4. Ognuno di questi pesava più o meno 25 chili. Complessivamente, perciò c’erano oltre 500 chili di materiale esplosivo ad alto potenziale, cinque volte più potente del tritolo. Il carico era destinato a un attacco spettacolare che i jihadisti del Daesh avrebbero dovuto lanciare contro le forze arabo-curde o un bersaglio simbolico tra Shanan e Abu Hamam. Non è chiaro invece quale fosse il bersaglio esatto, ma era probabilmente come ritorsione per i raid contro le cellule Isis che Damasco stanno portando avanti in tutto l’Est della Siria.

Articoli Correlati