POLITICAԑ PRIMO PIANO

Di Maio contro Die Welt secondo cui la mafia aspetta i soldi europei “Vergogna, il governo tedesco prenda le distanze”

ROMA. Non è la prima volta che tedeschi e francesi sghignazzano in modo volgare e infame sulle nostre disgrazie. L’elenco delle vicende sarebbe lungo e disgustoso… L’ultimo sputo, è il caso di dirlo, arriva dalla pseudo rivista politica scandalistica Die Welt che in Germania ha una notevole diffusione. E questa volta i crucchi ci sono andati pesanti nei nostri confronti, così pesanti da far saltare il ministro degli esteri Luigi Di Maio sulla poltrona. “Un’affermazione vergognosa e inaccettabile. Spero che il governo tedesco ne prenda le distanze. L’Italia piange oggi le vittime del Coronavirus, ma ha pianto e piange le vittime della mafia. Non è per fare polemica ma non accetto che in questo momento si facciano considerazioni del genere”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, intervistato a Uno Mattina, in merito ad un articolo del quotidiano Die Welt, secondo il quale la mafia starebbe aspettando gli aiuti europei.

“Noi non vogliamo che altri Paesi paghino i nostri debiti, l’Italia i propri debiti li ha sempre pagati. Vogliamo creare le condizioni di mercato affinché si possano spendere tutti i soldi che servono per le infrastrutture, quindi in lavoro, in innovazioni tecnologiche”, ha aggiunto, in merito alla trattativa in corso nell’Unione europea, dove, ha sottolineato, “si sta decidendo se l’Italia può spendere tutti i soldi che servono per aiutare giovani e meno giovani”. Non ci aspettiamo scuse tardive dai tedeschi, da sempre amano indicare la pagliuzza nel nostro occhio per nascondere la trave nel proprio. Proprio come i “cugini” transalpini.

Articoli Correlati