LIBRIԑ PIEMONTEԑ PRIMO PIANO

Disegna ancora il mio viso: esordio letterario per Viviana Ferrero

Oggi, 6 dicembre 2019, alle ore 18:00, nella splendida cornice di Palazzo Barolo a Torino, Viviana Ferrero presenterà per la prima volta in assoluto il libro dal titolo “Disegna ancora il mio viso“.

Viviana Ferrero

In uno tra i più significativi e meglio conservati esempi di dimore nobiliari della Torino barocca, oltre ad essere il luogo da cui ha avuto inizio l’Opera Pia Barolo, l’autrice al grido di “I poeti non sono ancora estinti” racconterà la nascita e l’evoluzione di quest’opera: una raccolta di poesie illustrate da Luisa Piglione, edita da Paola Gribaudo con la collana disegnodiverso.

Nelle mia vita le cose più belle sono quelle che ho condivise. Quando mi hai incontrata e mi hai tenuta mentre inciampavo. La casa acquistata con la mia amica, ogni passo della politica fatta per mano a qualcuno e ora questo libro che nasce con le bellissime illustrazioni di Luisa Piglione. Il mio e’ un mezzo libro perché l’altra metà è sua. Perché le cose non sono di chi le possiede ma di chi le ama e questo librino lo abbiamo amato almeno in tre.” Questa la dedica speciale tributata alle due donne che hanno contribuito alla realizzazione dell’opera.

Viviana Ferrero è vicepresidente del Consiglio comunale di Torino, salita agli onori delle cronache quasi un mese fa, per la tanto contestata presenza al tavolo della trattative in Prefettura con gli occupanti della Cavallerizza Reale. Presenza che ha scatenato l’ira dei rappresentanti Pd del comune di Torino, che ne hanno invocato le dimissioni dalla carica di vicepresidente e le scuse pubbliche.

In campo editoriale l’autrice ha scritto su alcuni giornali e riviste, gestisce un suo blog, ha pubblicato alcuni racconti e ha introdotto libri. A livello caratteriale la contraddistingue una grande passione per il lavoro. Una passione che da sempre ha accompagnato il percorso politico di “Vivi la rossa” (così viene soprannominata) e che ha trasmesso allo stesso modo, se non maggiormente, nel processo di scrittura: attraverso la poesia ha trovato il modo di dare libero sfogo alla propria immaginazione e ai propri desideri, trovando uno spazio nel quale sentirsi pienamente felice: “Oggi è un giorno importante. La presentazione del primo libro non si scorda mai…E alla poesia e alla fantasia come ai sogni bisogna dare sempre, sempre uno spazio. Forse per questo scrivo per darmi altre stanze ed essere felice.

Giovanna Giordano

Articoli Correlati