• 18 Gennaio 2021
  • CRONACHE

Donna trovata morta in casa: indagati marito, figlia e nipote per “scrupolo investigativo”

Indagati per omicidio e favoreggiamento il marito, la figlia e il nipote di Rosina Cassetti, la 78enne trovata morta nella cucina della sua abitazione a Montecassiano la notte della vigilia di Natale. Si tratta di un atto dovuto “per scrupolo investigativo” per consentire loro di partecipare all’autopsia. Comunque al momento, sottolinea il procuratore di Macerata Giovanni Giorgio, “non abbiamo sposato alcuna tesi” e le indagini proseguono a 360 gradi.

Il marito della vittima Enrico Orazi, la figlia Arianna Orazi e il figlio di lei Enea, avevano raccontato che la sera della vigilia un uomo si era introdotto in casa e aveva aggredito la donna e rinchiuso il padre in bagno, poi era fuggito dopo avere arraffato un migliaio di euro in contanti.

morta in casa

Sarebbe stato il nipote a liberarli una volta arrivato a casa, in serata. Rosina era stata trovata esanime in cucina, secondo il medico legale potrebbe essere morta per soffocamento. I tre hanno nominato un pool di 4 avvocati, che ha designato ad assistere all’autopsia il medico legale Claudio Cacaci.

Rosina (Rosy) aveva preso contatto con il Centro Antiviolenza “Sos donna” di Macerata, fissando un appuntamento per martedì prossimo con un legale. Un elemento che consolida l’ipotesi che la morte della donna, avvenuta, secondo la ricostruzione fornita ai carabinieri dai familiari che abitano con lei (marito, figlia e nipote) durante una rapina in casa, possa essere legata a tensioni in famiglia.

Tags

Redazione

Leggi ancora