DAL MONDO

Egitto,denunciati da ong oltre 2mila arresti in questi giorni

CAIRO. Un’ondata di repressione si è abbattuta sull’ Egitto in questa settimana. Secondo una ong sarebbero oltre 2mila gli arresti effettuati. Uno dei principali attivisti della Primavera araba, Alaa Abdel Fattah, in libertà vigilata dopo aver scontato in carcere una condanna a 5 anni, è stato nuovamente arrestato questa mattina, secondo quanto riferito dalla sua famiglia.

Il regime giudiziario a cui era finora sottoposto Fattah – precisano parenti e amici sui social network – lo obbligava a trascorrere la notte, dalle 18 alle 6 del mattino, in una stazione di polizia, quella di Doki, a Giza, poi era libero di andare a casa. Ma oggi non lo avrebbero lasciato uscire. Fattah, attivista e blogger, era stato arrestato la prima volta nel 2013 per protesta illegale ad una manifestazione contro una legge che limita il diritto di manifestare. Condannato a 5 anni di carcere, ne era uscito nel 2017, restando sottoposto a controllo giudiziario. C’è forte tensione nel Paese e apprensione per il destino degli arrestati.

Articoli Correlati