DAL MONDOԑ PRIMO PIANO

Esecuzione capitale in Texas tramite una iniezione letale

DALLAS. Il boia colpisce ancora in Texas, dove è stata portata a termine l’esecuzione di un uomo per il rapimento, lo stupro e l’uccisione di una studentessa universitaria nel 1998. L’esecuzione di Larry Swearingen è avvenuta tramite l’iniezione letale: l’uomo si è sempre dichiarato innocente. Con Swearingen salgono a 12 le esecuzioni avvenute negli Stati Uniti dall’inizio dell’anno, di cui quattro in Texas. Dodici minuti dopo l’iniezione letale Swearingen è stato dichiarato morto.

Le sue ultime parole sono state: “Perdonali, non sanno quello che stanno facendo”. Huntsville, città dello stato americano ha in programma altre 11 esecuzioni entro la fine del 2019, Larry Swearingen era stato condannato per il rapimento, lo stupro e l’uccisione di una studentessa universitaria nel 1998. Il condannato, si è sempre dichiarato innocente per i fatti contestati, ma questo non gli ha evitato la morte di Stato tramite iniezione letale.

Loading...

Articoli Correlati