CULTURADAL MONDOԑ PRIMO PIANO

Festival Cannes, il messicano Inarritu presiederà la giuria

CANNES. Sarà il regista Alejandro G. Inarritu il presidente della giuria del Festival di Cannes 2019, in programma dal 14 al 25 maggio. Il filmaker messicano succede a Cate Blanchett. Nella sua carriera Inarritu, 55 anni, si è aggiudicato cinque premi oscar, dirigendo film come Amores perros, 21 grammi, Babel, Biutiful, Birdman e Revenant. È il solo, assieme a John Ford e Joseph L. Mankiewicz, ad aver vinto l’oscar per la miglior regia due anni di seguito: nel 2015 per Birdman e nel 2016 per Revenant.

“Cannes è sempre stato importante per me, fin dagli inizi della mia carriera – ha dichiarato Inarritu –. Sono onorato ed eccitato di tornarci come Presidente di giuria. Il cinena rappresenta il sangue del nostro pianeta, scorre nelle sue vene, e Cannes è il suo cuore. Noi della giuria avremo il privilegio di vedere i nuovi ed eccellenti lavori dei migliori cineasti del mondo. Una delizia e una responsabilità che assumeremo con passione e devozione ”.

Nel 2017 fece scalpore a Cannes la sua eccezionale installazione Carne Y Arena sul muro tra Messico e Usa. Al Festival sulla Côte d’azur il regista messicano ha partecipato in passato con i film Amores Perros, Babel (Premio alla regia) e Biutiful (Premio al Miglior attore a Javier Bardem). Ora a premiare sarà lui.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati