• 23 Gennaio 2021
  • CRONACHE

Figline Valdarno, i figli si suicidano dopo la morte della madre

Anche nel penultimo giorno dell’anno un’inaspettata tragedia ha scosso il cuore degli italiani: si tratta del suicidio di due figli tormentati dal dolore per la perdita dell’amata madre. È accaduto in un’abitazione di Figline Valdarno, in provincia di Firenze, dove i carabinieri hanno rinvenuto tre cadaveri che appartengono a Francesca Giovannella Del Bianco, 46 anni, e Massimo Giovannella Del Bianco, 51 anni, figli di Luigia Teresa Etteri, 77 anni.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia scientifica i decessi risalgono a circa un mese e mezzo fa e i corpi sarebbero stati trovati in avanzato stato di decomposizione. La segnalazione è partita dai vicini di casa che da troppo tempo non vedevano più i tre nei dintorni e dal quale provenivano cattivi odori, motivo per il quale si sono rivolti alle forze dell’ordine. Alle 11:45 circa del 30 dicembre i Vigili del fuoco hanno forzato la porta d’ingresso non ricevendo alcuna risposta dall’interno e dopo essersi introdotti hanno fatto la macabra scoperta

Figline Valdarno

Scavando nel passato dei tre gli investigatori hanno scoperto che la famiglia aveva vissuto per qualche tempo in Sudamerica: l’anziana signora era rientrata dal Venezuela nel 2018 mentre il figlio era rientrato dalla stessa nazione nel 2008. I tre, secondo quanto affermato da molti cittadini di Figline Valdarno, non erano molto conosciuti all’interno della comunità del piccolo comune fiorentino.

La mamma sarebbe morta a causa di una pregressa malattia oncologia, mentre i due figli, presumibilmente distrutti dal dolore della perdita, avrebbero optato per il suicidio la vita ingerendo una quantità spropositata di medicinali ed essersi colpiti con diverse coltellate. Gli inquirenti su quest’ultimo punto stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti: se l’uomo abbia ucciso la sorella con alcuni fendenti e poi si sia suicidato o se si siano suicidati entrambi. L’arma è stata sequestrata per effettuare i rilevamenti del caso. Esclusa l’ipotesi di violenza da parte di altri soggetti estranei alla famiglia

Carlo Saccomando

Carlo Saccomando

Leggi ancora