• VIDEO

“First Reaction, Shock”, il video virale di Renzi in versione Techno

C’è un video che da giorni sta letteralmente catalizzando l’attenzione degli internauti di tutta Italia ribattezzato sui principali media e sui social con il titolo “First Reaction, Shock“, che vede protagonista Matteo Renzi. Il filmato in questione risale al 2016, periodo nel quale l’ex sindaco di Firenze ricopriva il ruolo di segretario del Pd e presidente del Consiglio.

L’attuale leader di Italia Viva aveva rilasciato una lunga intervista in lingua inglese, o meglio in un inglese molto ‘maccheronico‘, all’emittente britannica BBC in cui aveva commentato l’esito del referendum del 23 giugno 2016 sulla cosiddetta ‘Brexit‘, ovvero la permanenza del Regno Unito nell’Ue. Renzi dopo il pronunciamento degli inglesi sulla questione si era augurato di giungere alla miglior alleanza tra i paesi dell’Unione europea e il Regno Unito.

first reaction shock

I motivi per il quale questo video è ritornato in auge sono numerosi: c’è chi ipotizza che dopo l’assalto al Campidoglio da parte di alcuni sostenitori di Trump nel corso della riunione del Congresso per eleggere Biden alcuni utenti abbiano rievocato le parole dell’ex segretario del Pd per raccontare la reazione a questa notizia. Altri invece sostengono che le immagini siano state ripubblicate per cercare di ironizzare e mortificare Renzi dal momento in cui ha paventato la fuoruscita di Italia Viva dall’attuale maggioranza. Fatto che poi si è verificato qualche giorno fa con l’apertura di una vera e propria crisi di Governo.

First reaction, shock: i video

In questo articolo proponiamo la versione realizzata su YouTube dal gruppo musicale MEM & J che ne ripropone una versione in stile techno. Punti cardini del video, che lo rendono esilarante, sono le immagini di sfondo che mostrano una galassia costellata da pianeti e astri che enfatizzano le difficoltà di Renzi nell’esprimersi in un inglese corretto, e le espressioni della conduttrice della BBC che sembra allibita dalla pronuncia del suo interlocutore.

Molto divertente anche il secondo video proposto che mostra la medesima intervista con i sottotitoli in italiano. Sottotitoli che però non sono in lingua madre bensì così come sono pronunciati dall’ex premier italiano.

Tags

Articoli correlati