CRONACHEԑ CAMPANIAԑ PRIMO PIANO

Fuochi d’artifico e cantanti per due “affiliati” scarcerati

NAPOLI. Incredibile…c’è da chiedersi quante Italie ci siano racchiuse in una. Ognuna con ordinamenti diversi, leggi, priorità e gerarchie politico-giudiziarie. E’ stata salutata con festa con fuochi d’ artificio e concerto di cantanti neo-melodici a Pozzuoli (Napoli), nel rione Monteruscello, la scarcerazione di due affiliati ai clan Longobardi e Beneduce.  

Il ritorno a casa dei due pregiudicati – riferisce “Il Mattino” – è stato salutato dai familiari e dai loro amici con brindisi e con l’ esibizione dei cantanti. Esplosi anche i fuochi d’ artificio, nonostante il divieto disposto con un’ ordinanza del sindaco di Pozzuoli.  I due pregiudicati, Giovanni Illiano e Silvio De Luca, hanno scontato una condanna a quasi 10 anni di carcere per estorsione e spaccio di droga. Di certo questa è l’ Italia che se fotte di ordini, divieti e men che meno di ordinanze.

Articoli Correlati