CRONACHEԑ LIGURIAԑ PRIMO PIANO

Genova, “Vespe” addio alle gite sul lungomare? Sì ma non per tutte

GENOVA. Genova dice stop alle ‘vecchie Vespe’ e ai mezzi inquinanti. E’ stata firmata dal sindaco Marco Bucci, e sarà in vigore dall’1 novembre, l’ordinanza contro auto e moto inquinanti e che, nella città con il più alto numero di scooter d’Italia, è stata soprannominata “ordinanza anti Vespa” visto che costringerà al garage molti modelli come ad esempio i ‘vesponi’ Px. In base al documento, proposto dall’assessore alla Mobilità Matteo Campora, si dispone, tra l’altro, il divieto di circolazione in un’ampia zona del centro città tra Di Negro, la Foce e Circonvallazione con esclusione della strada sopraelevata “Aldo Moro” e le relative rampe di accesso, nella fascia oraria dalle 7 alle 19 di tutti i giorni feriali.

L’ordinanza è per autoveicoli privati a benzina Euro1; autoveicoli privati alimentati a diesel Euro 2; ciclomotori e motocicli Euro 1; ciclomotori e motocicli a motore termico a due tempi di categoria inferiore o uguale a Euro 1. I mezzi storici anche a 2 ruote iscritti nei registri nazionali saranno esentati dall’ordinanza con cui il Comune di Genova vieterà l’ingresso al centro città ai mezzi da Euro 2 in giù. Con la delibera da parte della giunta, il primo cittadino di Genova mette l’accento sulla presenza di diversi incentivi. Congiuntamente all’ordinanza verrà infatti emesso un bando per il finanziamento a beneficio di tutti i genovesi che decideranno di acquistare una moto nuova o un’auto elettrica. “Un modo- ha detto Bucci- per cominciare tutti insieme un percorso verso una mobilità più attenta all’ambiente”.

Articoli Correlati