ATTUALITA'ԑ PRIMO PIANO

Giornali pirata sul web: sequestrati altri 94 canali su Telegram

Continua la dura lotta dello Stato contro la pirateria digitale: la Procura di Bari ha sequestrato altri 94 canali Telegram con l’accusa di aver diffuso illecitamente decine di migliaia di copie pirata di giornali, riviste e libri.

La vicenda era cominciata il 27 aprile scorso quando il procuratore aggiunto di Bari, Roberto Rossi, aveva disposto il sequestro d’urgenza di una ventina di gruppi, eseguito dalla Guardia di Finanza, che in seguito ha aperto la strada ad un monitoraggio quotidiano dell’applicazione di messaggeria istantanea. Il sequestro era avvenuto a seguito dei numerosi solleciti che la Federazione Italiana Editori Giornali (FIEG) aveva effettuato nei confronti dell’Autorità garante delle comunicazioni (AGCOM). 

telegram canali sequestrati

Allo stato attuale è stata accertata l’esistenza, con conseguente chiusura, di 114 canali. In alcuni casi si tratterebbe degli stessi già bloccati e poi riaperti con nomi diversi ma con i medesimi contenuti pirata. La Procura assicura che continuerà a vigilare per contrastare il fenomeno e tutelare il diritto d’autore degli editori che operano in Italia.

Articoli Correlati