• 24 Settembre 2021
  • BENESSERE

I benefici della meditazione per il benessere individuale

Non è una novità che fino a qualche anno fa la meditazione era considerata una trovata new age, ma oggi questa pratica è sempre più diffusa e conosciuta, si è conquistata infatti un enorme spazio nella vita di tantissime persone. Ma non solo, la meditazione è riuscita ad attirare anche l’interesse da parte della comunità scientifica, che l’ha presa in esame e ne ha attestato la sua validità.

La meditazione è diventata ormai una pratica molto popolare negli ultimi anni:. C’è chi la pratica per allentare lo stress, chi per incrementare la propria capacità di concentrazione, chi per imparare od aumentare il proprio grado di autodisciplina e tolleranza, chi ancora per migliorare il proprio sonno. E chi, invece, per imparare ad avere un approccio più positivo verso la vita stessa.

In ogni caso, sono tutte motivazioni che affermano che la meditazione fa bene al benessere dell’individuo, sia a livello fisico che a livello mentale ed è un aiuto concreto per l’accrescimento della propria consapevolezza e del mondo circostante.

In sostanza, la meditazione aiuta l’individuo a raggiungere un senso di calma e quiete interiori, mantenendo un cuore puro ed una mente libera. Inoltre la costanza in questa pratica apporta molti benefici, tra cui una maggior lucidità mentale, la coltivazione di sentimenti di felicità e di gioia e lo sviluppo dell’intuizione.

meditazione

Quali sono i benefici della meditazione?

Come accennato in precedenza, negli ultimi anni sono stati effettuati anche degli studi scientifici con lo scopo di comprendere gli effetti benefici della meditazione. Studi che hanno confermato l’efficacia di tale pratica.

Tra i principali benefici della meditazione costante troviamo:

  • Riduzione dello stress;
  • Riduzione di ansia, depressione, rabbia e confusione;
  • Generazione di un senso di calma, pace ed equilibrio;
  • Riduzione del dolore e rinforzo del sistema immunitario;
  • Riduzione della pressione sanguigna;
  • Promozione del benessere psicologico;
  • Sviluppo di sentimenti di gentilezza;
  • Miglioramento del sonno;
  • Miglioramento della memoria e della concentrazione;
  • Aumenta la propria produttività;
  • Aumento di energia;
  • Rafforzamento della consapevolezza di sé.

Inoltre, gli studi condotti dalla scienza hanno notato anche altri tipi di benefici, per esempio come la meditazione sia di grande aiuto nelle donne in fase di menopausa, poiché meditare può attenuare sintomi comuni come le “vampate” di caldo improvviso, i disturbi dell’umore, i dolori ossei e quelli muscolari (studio condotto nel 2010).

Oppure come la meditazione mantiene giovani, questo perché meditare può rallentare il processo di invecchiamento cellulare. La meditazione migliora l’attività dell’enzima telomerasi, che ricostruisce ed allunga i telomeri (segmenti di DNA posti alle estremità dei cromosomi). Proteggere i telomeri è fondamentale per garantire lunga vita alle cellule: quando i telomeri si accorciano sotto ad una certa soglia, le cellule smettono di dividersi ed entrano in uno stato di senescenza (ricerca condotta dall’Università della California di Davis).

La meditazione è anche consigliata ai bambini e alle donne in gravidanza per i suoi molteplici effetti benefici. Ai bambini questa pratica aiuta ad avere maggiore creatività e fiducia in se stessi, aumenta l’attenzione, la concentrazione e le prestazioni scolastiche e li mantiene più rilassati e con ridotte sensazioni di ansia e paura. Mentre alle donne in gravidanza la meditazione aiuta a mantenere la calma e la positività, favorisce uno stile di vita sano (ad esempio aiuta nell’evitare di “buttarsi” sul cibo), aiuta a dormire meglio e, secondo gli esperti, in quei momenti di pratica aumenta ancora di più il forte legame tra la mamma ed il futuro nascituro.

L’importante è che ognuno trovi la meditazione più adatta alle proprie esigenze.

Conclusioni

Fino agli anni Cinquanta la meditazione era una prerogativa dei monaci, ma nel tempo la pratica si è notevolmente diffusa. Anche la scienza lo ha confermato: la meditazione è una pratica che dona molti benefici all’individuo. Anzi, questa non si occupa più solamente del benessere psicologico dell’individuo, infatti ad oggi è stata estesa anche negli ospedali con molte applicazioni: dal controllo del dolore alla cura dell’ipertensione, al rallentamento del declino cerebrale, etc.

Impegnarsi in una meditazione costante aiuterà la persona a mantenersi in salute, prevenendo le malattie, coltivando sentimenti di felicità e gentilezza, inoltre migliorerà le prestazioni in qualsiasi ambito, sia esso fisico o mentale.

Tuttavia, la meditazione è una pratica molto utile, ma per poter vedere determinati risultati nel tempo è fondamentale l’impegno e la pratica costante. Solo praticandola si potranno scoprire gli effetti positivi sulla propria vita, conoscere meglio sia se stessi che i propri limiti e ritrovare un buon equilibrio interiore.

Valeria Glaray

Tags

Valeria Glaray

Laureata in Servizio Sociale ed iscritta alla sezione B dell’Albo degli Assistenti Sociali della Regione Piemonte. Ha un particolare interesse per gli argomenti relativi alla psicologia motivazionale e per le pratiche terapeutiche di medicina complementare ed alternativa. Amante degli animali e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati