AMBIENTEԑ BASILICATAԑ PRIMO PIANO

Il 30 marzo dedicato all’Ora della Terra al buio. Il Wwf mobilita il mondo

MATERA. Una connessione a tratti spirituale con la Terra, perché è arrivata l’ora di considerare l’importanza che riveste nella vita di tutti gli esseri viventi. Accadrà domani, sabato 30 marzo, spegnendo le luci per un’ora, e celebrando in questo modo “Earth Hour”, la mobilitazione globale del Wwf, che dal 2007 unisce cittadini, istituzioni, e imprese in un gesto a favore di un futuro climatico sostenibile. In ogni angolo del Pianeta il buio non farà paura, ma riflettere: dal Colosseo di Roma, al Cristo Redentore di Rio, dalla Torre Eiffel di Parigi, al Ponte sul Bosforo a Istanbul, e non solo, ricordando i record dello scorso anno con 188 paesi coinvolti (tra cui anche 400 comuni italiani), 18mila monumenti spenti, oltre 3 miliardi di messaggi veicolati sui social, più di 250 ambasciatori e influencer.

Quest’anno sarà la città Capitale Europea della Cultura 2019, Matera, a ospitare l’evento centrale di Earth Hour 2019, che inizierà alle ore 20.30, seguito da un concerto per il clima, con la partecipazione del pianista Danilo Rea e il Conservatorio di musica E.R. Duni di Matera. In tutta Italia si contano già centinaia di comuni che hanno aderito a Earth Hour 2019, che vedrà numerosi eventi organizzati dal Wwf, tra cui Milano, Palermo, Napoli, Bologna, Firenze, Venezia, Trieste, Reggio Calabria, e Perugia. Inoltre, anche alcune aziende saranno coinvolte nello spegnimento, ad esempio Sodexo Italia parteciperà all’evento, spegnendo l’insegna esterna della sede di Cinisello Balsamo, e le luci dei propri uffici, varando, inoltre, un piano di nove impegni orientati a una crescita sostenibile: il “Better Tomorrow Plan 2025” .

Di seguito i consigli pratici per sostenere la salute dell’ambiente e quindi quella degli esseri viventi che lo abitano.

1. Acquistare elettrodomestici di classe A; preferire le lampadine a led; utilizzare la luce solo in caso di necessità.
2. Non lasciar scorrere l’acqua del rubinetto, e utilizzare lavatrice e lavastoviglie sempre a pieno carico. 3. Camminare, o utilizzare una bicicletta per andare al lavoro.
4. Moderare il consumo di carni rosse provenienti da allevamenti intensivi che hanno un forte impatto sull’ambiente attraverso le emissioni di CO2.
5. Dedicarsi alla raccolta differenziata.
6. Fare una spesa intelligente, utilizzando borse di tela per evitare lo spreco di rifiuti di plastica.
7. Ridurre il consumo di carta stampando documenti solo se strettamente necessario.
8. Acquistare prodotti di stagione.
9. Monitorare il riscaldamento e l’isolamento termico della propria abitazione per evitare la diffusione di ulteriori polveri sottili.
10. Prediligere l’abbigliamento biologico, con vestiti di fibre naturali.

Immagini dalla pagina Facebook Earth Hour e dal sito Ora della Terra







Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati