MODAԑ PRIMO PIANO

Il colosso del lusso Lvmh acquista Tiffany per 14,7 miliardi di euro

La società leader mondiale nel settore dei beni di lusso Lvmh ha acquistato la gioielleria americana Tiffany. Lo hanno reso noto i due gruppi in una nota congiunta, confermando le indiscrezioni dei media americani su un’intesa preliminare. E’ stato raggiunto un “accordo definitivo per l’acquisizione di Tiffany da parte di Lvmh al prezzo di 135 dollari per azione“.

La transazione vale per Tiffany circa 14,7 miliardi di euro, ovvero 16,2 miliardi di dollari“, riferisce la nota. Questa operazione rappresenta la più dispendiosa acquisizione nella storia del gruppo di proprietà del miliardario Bernard Arnault.

lvmh tiffany

Secondo quanto riportato da Repubblica, l’offerta iniziale presentata dal gruppo di Arnault circa un mese fa era di 120 dollari per azioni, in seguito alle trattative è stato trovato un accordo a 135 dollari, 15 dollari in più per azione. Tiffany va a rafforzare il comparto gioielli dell’universo Luis Vitton: insieme a Cartier e Bulgari, marchi già acquisiti dal gruppo, rappresenta una delle più importanti aziende leader del settore.

Con 400 punti vendita in tutto il mondo, Tiffany nel 2018 ha fatto segnare un fatturato da 4,5 miliardi di dollari, con un utile netto pari a 446 milioni di dollari. Risultati che confermano il superamento di una recente crisi, determinata sopratutto dalla diminuzione dei ricavi e delle vendite nei negozi, innescando il conseguente crollo delle azioni, arrivate a valere 60 dollari l’una. La svolta è giunta nel 2017, grazie all’arrivo del nuovo Ceo italiano Alessandro Bogoglio, giunto dopo una lunga esperienza in Bulgari e Diesel.

Norbert Ciuccariello

Articoli Correlati