ARTEԑ LOMBARDIAԑ PRIMO PIANO

Il maestoso Esercito di terracotta cinese in mostra a Milano

MILANO. Inaugura oggi, 8 ottobre, a Milano, la mostra sull’Esercito di Terracotta cinese, che sarà visitabile fino al 9 febbraio 2020 presso la Fabbrica del Vapore. L’esposizione presenta in modo particolareggiato una delle più antiche testimonianze storiche dell’antica cultura cinese dei primi secoli a.C., e della fondazione dell’Impero. Risalgono infatti a questo periodo l’inizio della costruzione della Grande Muraglia e di grandi progetti di architettura ed edilizia civile. L’Esercito di Terracotta rappresenta la più completa e fedele riproduzione della necropoli scoperta casualmente, nella provincia dello Xi’an nella Cina orientale, da tre contadini nel 1974: era un insieme di statue collocato nel Mausoleo del primo imperatore Qin Shi Huang, un esercito simbolico destinato a servire il primo imperatore cinese nell’Aldilà. Il percorso espositivo consente al visitatore di compiere uno straordinario viaggio nella Cina di 2.200 anni fa grazie alle perfette ricostruzioni degli oltre 300 oggetti ritrovati, rendendo la mostra la più completa e accurata mai realizzata sull’argomento. 

All’interno di circa 1400 metri quadrati divisi in 11 sezioni sono esposti statue, armi, carri da guerra, armature, ceramiche, monete, oggetti di vita quotidiana del tempo. Gli oggetti, realizzati con le preziose argille del luogo da abili artigiani cinesi della regione di Xi’an, secondo le antiche tecniche tramandate per generazioni, sono affiancati da una perfetta riproduzione di una sezione della fossa n.1, con la suggestiva presenza di oltre 170 guerrieri a grandezza naturale. Il curatore, Fabio Di Gioia, sostiene che «Le opere escono dalla Cina solo in rare occasioni, e in numero limitato, mentre nella mostra italiana, grazie all’utilizzo dei calchi usati per i restauri, si è potuto ricostruire una delle fosse in cui si trova diviso l’esercito». Nel 2020 la Reggia di Caserta dovrebbe ospitare una straordinaria mostra con i soldati originali. 

Informazioni sulla mostra telefonando allo 02 82953468

Articoli Correlati