DAL MONDOԑ PRIMO PIANO

Il Papa dal Mozambico: un onore se mi attaccano gli americani

MAPUTO. Papa Francesco è arrivato ieri in serata in Mozambico, prima tappa del suo viaggio in Africa. L’aereo del pontefice, proveniente da Roma, è atterrato all’aeroporto della capitale Maputo. Il pontefice è stato accolto sulla pista dal presidente della Repubblica e dalla moglie. Due bambini in abiti tradizionali gli hanno offerto dei fiori.

Durante il volo, dopo aver ricevuto il libro dell’inviato del quotidiano francese La Croix Nicolas Seneze, che parla di un piano per ribaltare il pontificato, ha commentato: “Questo libro è una bomba”. Ed ha aggiunto: “Per me è un onore se mi attaccano gli americani“.

Il viaggio di Francesco durerà una settimana. Visiterà anche Madagascar e Mauritius. Per il papa si tratta del quarto viaggio apostolico in Africa. Oggi (giovedì) papa Francesco avrà degli incontri con le autorità, la società civile e il corpo diplomatico, cui seguirà l’abbraccio con i giovani di diverse religioni e, a fine giornata, nella cattedrale dell’Immacolata Concezione, l’incontro con vescovi, sacerdoti, religiosi e catechisti. Domani (venerdì) è previsto un incontro con i malati nell’ospedale della periferia di Maputo.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati