PERSONAGGIԑ PRIMO PIANO

Il Senato ricorda Sergio Zavoli con un minuto di silenzio e un lungo applauso

Il presidente del Senato Casellati lo ha definito: "Un giornalista e scrittore di incredibile talento e brillante intelligenza, tra i più vivaci e importanti narratori della nostra storia."

Questa mattina la seduta al Senato si è aperta con la commemorazione nei confronti di Sergio Zavoli, scomparso martedì sera all’età di 96 anni. L’Aula di Palazzo Madama ha osservato un minuto di silenzio dopo il quale è seguito un lungo e caloroso applauso.

Il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha ricordato la figura di Zavoli, ex senatore, scrittore e giornalista, narratore della storia della Repubblica, ideatore e conduttore di trasmissioni televisive di inchiesta: “È stato un giornalista e scrittore di incredibile talento e brillante intelligenza, tra i più vivaci e importanti narratori della nostra storia“, ha dichiarato la presidente Casellati, che ha sottolineato “il grande dispiacere personale, di tutti i senatori e dell’amministrazione per non aver potuto allestire, a causa delle severe misure di sicurezza sanitarie, la camera ardente qui in Senato per tributargli l’ultimo saluto“.

senato zavoli
Sergio Zavoli

Tra gli onorevoli che hanno preso la parola per ricordare colui il quale era considerato’ il padre del giornalismo televisivo’ si segnalano gli interventi del ministro della Cultura, Dario Franceschini, che lo ha ricordato come “un gigante, umano, professionale e politico“, e quello del presidente della vigilanza Rai, Alberto Barachini, che ha chiesto a nome di tutti i rappresentanti dei gruppi della bicamerale di dedicare al giornalista scomparso l’aula in cui si riunisce la commissione. Un riconoscimento che sarebbe stato molto gradito dallo stesso Zavoli che aveva ricoperto l’incarico di presidente della Commissione di vigilanza Rai dal 4 febbraio 2009 al 14 maggio 2013.

Carlo Saccomando

Tags

Articoli Correlati