DAL MONDO

Iran”Accordo sul nucleare in bilico se non rispettato da tutti”

TEHERAN. Quella mediorientale resta una polveriera con la miccia accesa. Guerre, focolai, tensioni …ed in questo panorama l’Iran da anni ha un posto di rilievo. L’antico Impero persiano non rinuncia ad un ruolo guida nella galassia islamica e non arretra di un passo su quelle che sono le sue posizioni. “L’Iran sta continuando a restare fedele all’accordo sul nucleare iraniano, nonostante le sanzioni americane, ma – ha dichiarato il presidente iraniano, Hassan Rohani – “non può continuare a restarvi fedele unilateralmente, perché tutte le potenze firmatarie devono impegnarsi per salvarlo”. “In assenza di segnali positivi” da parte degli altri firmatari, l’Iran “continuerà a lavorare” per smettere di rispettare alcuni punti dell’intesa, ha aggiunto Rohani da Dushanbe, Tagikistan, a un summit della Conferenza sull’interazione e realizzazione di misure di reciproca fiducia in Asia (Cica).

L’accordo sul nucleare iraniano, firmato a Vienna nel 2015, fu sottoscritto oltre che dagli Stati Uniti (poi usciti lo scorso anno), Cina, Russia, Gran Bretagna, Francia e Germania. Nell’ultimatum di 60 giorni di maggio, Rohani chiese agli altri firmatari di “mitigare gli effetti delle sanzioni americane”, sentendosi libero altrimenti di riprendere ad arricchire l’uranio e a sviluppare del reattore di Arak.

Loading...

Articoli Correlati