ECONOMIAԑ PRIMO PIANO

Istat, Pil scende dello 0,3% nel quarto trimestre, invariato su base annua

Istat: un risultato negativo determina un abbassamento del tasso di crescita tendenziale del Pil, che scende a zero dallo 0,5% del trimestre precedente.

Il Prodotto interno lordo nel quarto trimestre del 2019 scende dello 0,3% rispetto al terzo trimestre mentre rimane fermo su base annua. A rilevarlo è l’Istat che ha diffuso la stima preliminare del Pil. Da evidenziare che nel trimestre precedente aveva invece registrato un aumento dello 0,1% congiunturale e dello 0,5% tendenziale. Il calo trimestrale dello 0,3% è il più forte dal primo trimestre del 2013, ovvero da quasi 7 anni.

Secondo l’Istat “la dinamica del Pil ha subito una battuta di arresto (un calo dello 0,3%) che ha interrotto la debole tendenza positiva prevalsa nell’arco dei quattro trimestri precedenti.” Un risultato negativo che determina di conseguenza un abbassamento del tasso di crescita tendenziale del Pil, che scende a zero.

istat pil scende

Nel 2019 il Pil italiano ha registrato un aumento dello 0,2% sia in base a dati corretti per gli effetti di calendario che in base a dati trimestrali grezzi, in netta frenata rispetto al +0,8% del 2018.

La stima preliminare ha, come sempre, natura provvisoria e si basa sulla valutazione dell’andamento delle componenti dell’offerta e su un insieme ridotto di indicatori congiunturali; il valore aggiunto segna un calo marcato nell’industria e in agricoltura, a fronte di un sostanziale ristagno per l’insieme del terziario.” Per questo motivo l’Istituto nazionale di statistica fa sapere che il risultato completo sarà reso noto il 2 marzo, dato calcolato in modo più approfondito e con una diversa metodologia. Le previsioni contenute nella nota di aggiornamento al Def per il 2019 si attestano al +0,1%.

Carlo Saccomando

Articoli Correlati